<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
SAREGO

Bugie in consiglio, le minoranze: «La sindaca Giacomello si dimetta»

di Matteo Guarda
Lo chiedono i due gruppi di Sarego “Energie in Comune” e “Sarego cambia”. La querelle riguarda l’uscita della sua ex vice Pretto
Aria pesante in Comune a Sarego: ora le minoranze chiedono le dimissioni della prima cittadina Giacomello GUARDA
Aria pesante in Comune a Sarego: ora le minoranze chiedono le dimissioni della prima cittadina Giacomello GUARDA
Aria pesante in Comune a Sarego: ora le minoranze chiedono le dimissioni della prima cittadina Giacomello GUARDA
Aria pesante in Comune a Sarego: ora le minoranze chiedono le dimissioni della prima cittadina Giacomello GUARDA

«Le dimissioni della sindaca Jessica Giacomello». Le chiedono i due gruppi di minoranza di Sarego “Energie in Comune” e “Sarego cambia” dopo che nello scorso consiglio comunale, convocato per lunedì 12 febbraio per le surroghe in seguito alle dimissioni della vicesindaca Sara Pretto, di tutti e 4 i consiglieri di minoranza e di 2 di maggioranza, la prima cittadina non aveva riferito che Pretto si era dimessa non solo dagli incarichi in giunta ma pure da consigliera. Le minoranze citano gli atti protocollati da Pretto il 18 e il 22 gennaio di cui sono entrati in possesso di recente. Un dato significativo: con le dimissioni di Pretto sarebbe venuto meno l’intero consiglio.

Dimissioni "nascoste"

«Ci chiediamo perché la sindaca abbia nascosto ai cittadini questi avvenimenti per 25 giorni e abbia fatto la sua prima dichiarazione nel corso di un consiglio comunale convocato d’urgenza a ora di pranzo», affermano Cinzia Crestani, Naike Scatton e Massimo Ferretto, entrati al posto di Flavio Zambon, Lorenza Chiarello e Ivano Tregnaghi. «Riteniamo - proseguono - inaccettabile l’atteggiamento arrogante e privo di trasparenza della sindaca, che oltre a non aver realizzato ancora nulla fino a oggi e aver distrutto quanto di buono lasciato dalla precedente amministrazione, rende sempre più difficile il lavoro delle opposizioni, convocando commissioni e consigli in orari impossibili. Chiediamo quindi le dimissioni di questa sindaca e della sua giunta». 

Leggi anche
I rebus del Comune, è giallo sulle dimissioni della consigliera

La richiesta delle minoranze

E le dimissioni di Giacomello le invoca anche l’ex consigliere Fabio Butera di “Sarego cambia”, gruppo che oggi ha come referente Vittorino Dani. «Ritengo – afferma - sia politicamente un fatto gravissimo, e che a questo punto non riguarda più solo la sindaca ma anche tutti i restanti componenti della maggioranza, compresi i nuovi consiglieri freschi di nomina, che hanno, quanto meno, avuto un comportamento omertoso sulla vicenda. Perché mentire così spudoratamente ai cittadini? Perché negare l’evidenza? Trovo sia un modo inaccettabile di fare attività di governo: a questo punto non sappiamo più quando ci viene detta la verità o quando ci stanno mentendo spudoratamente come in questo caso. È questo il modo di rapportarsi con i cittadini? La menzogna? Credo che il minimo, allo stato dei fatti, siano le dimissioni della sindaca». 

Leggi anche
Crisi ricomposta in 8 minuti. La sindaca: «Maggioranza solida»

La sindaca non risponde

La prima cittadina Jessica Giacomello e la sua ex vice e attuale consigliera di maggioranza Sara Pretto, contattate più volte, non hanno inteso fornire alcuna replica in merito alle accuse.

Suggerimenti