Vicenza

Molestie sessuali a studentesse sull'autobus. Arrestato un 39enne

Nella foto d'archivio, studentesse a bordo di un autobus
Nella foto d'archivio, studentesse a bordo di un autobus
Nella foto d'archivio, studentesse a bordo di un autobus
Nella foto d'archivio, studentesse a bordo di un autobus

Avrebbe molestato su un bus otto studentesse, di cui 4 minorenni, che stavano tornando a casa dopo la giornata di scuola. In arresto è finito un cittadino pakistano di 39 anni, disoccupato e regolare sul territorio italiano, accusato di violenza sessuale aggravata. L’episodio è accaduto nel primo pomeriggio di ieri a bordo di un autobus di SVT di Vicenza. Secondo Le ricostruzioni l’autista, richiamato dai passeggeri e dalle urla di alcune persone, ha fermato la corsa cercando di capire cosa stesse accadendo e raccogliendo le testimonianze delle ragazzine, alcune in lacrime, che hanno raccontato subito delle pesanti molestie ricevute dall’uomo. Il conducente ha così chiamato la polizia che, arrivata sul posto con diverse pattuglie, ha intercettato e sentito le otto giovani procedendo al termine all’arresto dell’uomo ancora a bordo del bus.

Le giovani vittime sono state subito soccorse dagli agenti che, con l'intervento della polizia di Stato, dei carabinieri, della guardia di finanza e della polizia locale (che in quel momento erano impegnati in uno dei consueti servizi interforze in ambito cittadino) hanno accompagnato le ragazze in questura per fornire tutte le indicazioni in merito a quanto accaduto e per formalizzare le querele. Secondo il racconto delle giovani, dopo essere uscite dalla scuola e salite a bordo di un mezzo della SVT si erano imbattute nell'uomo, anch’esso presente a bordo del bus, il quale, dopo averle fissate insistentemente, nel momento in cui esse, spaventate per ciò che stava accadendo, avevano cercato di allontanarsi ne ostruiva la discesa dal mezzo ed infine iniziava a molestarle fisicamente.

L'uomo, un cittadino pakistano di 49 anni, disoccupato e regolarmente residente in provincia, con a carico precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio, è stato subito condotto in questura dove, al termine delle procedure di rito, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale e condotto in carcere a Vicenza. Su disposizione del questore, Paolo Sartori, l’ufficio Immigrazione ha avviato le procedure finalizzate alla espulsione del 49enne.