Vicenza

Campo Marzo, tagliati gli aceri dopo 23 anni

Taglio degli alberi a Campo Marzo (Colorfoto)
Taglio degli alberi a Campo Marzo (Colorfoto)

Il commento che andava per la maggiore ieri mattina, quando lungo viale Dalmazia si sono precipitati numerosi curiosi (tra agronomi e residenti), era questo: «Stanno tagliando gli alberi. Non ci credo». Tutto vero; 23 anni dopo la piantumazione, sessanta aceri di Campo Marzo - quasi la metà del totale - sono stati abbattuti. No, non è stato un blitz anti-ambientalista. «In viale Dalmazia c'erano e ci sono degli aceri che, sulla carta, dovrebbero essere grandi il doppio. Non sono mai cresciuti. È stato eseguito un lavoro non proprio a regola d’arte negli anni Novanta e quegli arbusti non hanno mai attecchito. È stato sbagliato piantarli».

 

Taglio alberi a Campo Marzo

 

«Questi aceri platanoidi - conferma il progettista e direttore dei lavori Cesare Cariolato, dottore forestale - sono cresciuti poco e male. Tutti hanno problemi molto seri e più del 50 per cento è ormai in pessime condizioni. Molte piante avevano lesioni. Dovrebbero essere più grandi di così, dopo vent’anni, eppure non sono cresciute. Le radici non si sono sviluppate». Per questo «abbiamo deciso di procedere con la sostituzione», aveva anticipato Ierardi. Già nelle prossime ore saranno piantati i bagolari che avranno da subito un’altezza tra i 4 e i 5 metri e supereranno poi i 25 metri.  

 

Leggi anche
Van Gogh, Rigoni Stern e gli aceri nani di Campo Marzo

Nicola Negrin