Arcugnano

Il mistero dell'"Angelo bianco": il manichino sulla croce diventa virale

"L'angelo bianco" a Torri di Arcugnano (Foto Brun)
"L'angelo bianco" a Torri di Arcugnano (Foto Brun)
"L'angelo bianco" a Torri di Arcugnano (Foto Brun)
"L'angelo bianco" a Torri di Arcugnano (Foto Brun)

C’è un nuovo cittadino a fare la guardia al paese. È già stato battezzato “Angelo Bianco” dall’amministrazione comunale il manichino comparso domenica scorsa nel Monticello della Croce, a Torri di Arcugnano, adagiato proprio in cima a un braccio della croce, intento a scrutare il territorio circostante, e che per il momento non sembra avere alcuna intenzione di andarsene. Una presenza che ha fatto il giro del web, anche attraverso uno spettacolare filmato girato con il drone dal videomaker CharliePix, suscitando le reazioni dei cittadini, tra ilarità, compiacenza e qualche dissenso. Sulla piazza virtuale di Facebook, infatti, in molti lodano l’iniziativa, giudicata un avvaloramento artistico, anche se altri trovano invece il manichino inquietante e di cattivo gusto. Al momento, comunque, l’amministrazione non ha alcuna intenzione di rimuovere l’opera, anche perché non è localizzata in una zona comunale.

 

 

«La croce si trova in un’area privata - spiega il sindaco di Arcugnano, Paolo Pellizzari -, anche se, circa cinque anni fa, abbiamo stipulato una convenzione con i proprietari, che vivono a Milano, per pulire l’area e fare manutenzione del torrione. Comunque sia l’opera è piaciuta tantissimo, e abbiamo ricevuto quasi solamente reazioni positive, senza contare che il magnifico video di CharliePix sta battendo ogni record di condivisione, è una cosa pazzesca». Per il momento resta avvolto nel mistero il nome dell’autore, e così il sindaco ha deciso di lanciare un appello. «Noi dell’amministrazione - le parole di Pellizzari -, non abbiamo assolutamente idea di chi potrebbe essere stato l’artista, ma ci piacerebbe tanto saperlo: pertanto, il mio invito all’autore è quello di farsi avanti e rivelarsi».

 

Il manichino comparso domenica scorsa nel Monticello della Croce, a Torri di Arcugnano (Foto Brun)
Il manichino comparso domenica scorsa nel Monticello della Croce, a Torri di Arcugnano (Foto Brun)

Francesco Brun