Domani via agli esami

Maturità, ammessi il 96 per cento degli studenti. Il Veneto davanti a tutti

Partono domani gli esami di Stato della scuola secondaria di secondo grado. Oltre 500 mila studentesse e studenti affronteranno le prove. Secondo i primi dati resi noti dal ministero dell’Istruzione, ha ottenuto l’ammissione il 96,2 per cento delle candidate e dei candidati. I migliori sono gli studenti veneti, con il 97,2 per cento degli ammessi, è andata peggio di tutti invece ai ragazzi sardi: solo il 91,7 per cento è stato ammesso alle prove.
Italiano il primo scritto Si comincia, alle 8.30, con il primo scritto, Italiano: la  prova è predisposta su base nazionale. Alle candidate e ai candidati saranno proposte sette tracce di tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.  

La seconda prova Giovedì 23 giugno si svolgerà la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che riguarderà una disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi. Quest’anno la prova sarà predisposta dai singoli istituti, che potranno così tenere conto di quanto effettivamente svolto dai ragazzi durante l’anno scolastico, anche in considerazione dell’emergenza pandemica. 

Stop mascherina L’esame di maturità 2022 vede cadere l’obbligo di indossare la mascherina: quest’ultima viene solamente raccomandata, in particolare in alcune circostanze quali, ad esempio, l’impossibilità di garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro. E durante lo svolgimento della prova orale - che di regola sarà senza la mascherina per consentire una migliore comunicazione tra candidato e commissione - sarà consentita la presenza di uditori in un numero che permetta «una distanza interpersonale di almeno un metro». Resta sempre raccomandato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, salvo che le condizioni strutturali-logistiche degli edifici non lo consentano, e resta fermo il divieto di accedere nei locali scolastici se positivi al Covid-19 o se si presenta una sintomatologia respiratoria e temperatura corporea superiore a 37,5.nPer quanto riguarda le misure di igienizzazione dei locali e di pulizia, saranno messi a disposizione prodotti igienizzanti in più punti dell’edificio scolastico e, in particolare, all’ingresso dei locali dove si svolgeranno le prove d’esame. 

Esame on line & prove suppletive In alcuni casi, specificati dalle relative ordinanze, è consentito, infine, lo svolgimento della prova orale e l’attività dei lavori della commissione e delle sottocommissioni anche a distanza, in videoconferenza: è previsto che per il solo colloquio, infatti, ci sia la possibilità della videoconferenza per i candidati impossibilitati a lasciare il proprio domicilio, condizione che andrà, comunque, documentata.  L’ordinanza del ministro spiega infatti che le prove scritte debbano obbligatoriamente svolgersi in presenza mentre quelle orali possono essere in videoconferenza. Per chi è ammalato la prima prova scritta suppletiva si svolgerà mercoledì 6 luglio dalle 8.30; la seconda prova scritta suppletiva si svolgerà giovedì 7 luglio, con eventuale prosecuzione nei giorni successivi per gli indirizzi nei quali si svolge in più giorni. Le prove, nei casi previsti, proseguono nei giorni successivi, a eccezione del sabato; in tal caso, continuano il lunedì successivo.