Mondo

La star del basket Usa Griner condannata in Russia a 9 anni. Ira di Biden: «Inaccettabile»

La cestista americana Brittney Griner (Foto EPA/EVGENIA NOVOZHENINA)
La cestista americana Brittney Griner (Foto EPA/EVGENIA NOVOZHENINA)
Star basket Usa Griner condannata a 9 anni

La star del basket Usa Brittney Griner è stata condannata a 9 anni dopo essere stata giudicata colpevole di traffico di droga dal tribunale di Khimki, alla periferia di Mosca. Considerata una delle migliori giocatrici di basket del mondo, è stata arrestata a febbraio al suo arrivo a Mosca con l'accusata di possesso di droga dopo che le è stato trovato nel bagaglio dell'olio di cannabis. «La Russia detiene» Brittney Griner «ingiustamente. È inaccettabile e chiedo alla Russia di rilasciarla immediatamente», ha tuonato il presidente americano Joe Biden appena appresa la notizia.

Due volte campionessa olimpica con gli Usa, la 31/enne cestista americana, si era dichiarata colpevole, affermando però di aver inavvertitamente portato la sostanza in Russia, rifiutando l'accusa di traffico di stupefacenti. La pubblica accusa afferma invece che Griner avesse scientemente nascosto l'olio di cannabis nel suo bagaglio. Nel pieno della guerra in Ucraina e del conflitto che oppone la Russia all'Occidente, la vicenda di Brittney Griner assume contorni geopolitici, nel momento in cui Mosca e Washington dialogano sul possibile scambio di prigionieri: scambio nel quale la campionessa di basket americana potrebbe essere parte. Gli Usa si aspettano il rilascio di Griner e anche di un altro cittadino Usa detenuto in Russia, Paul Whelan.

«Mi chiamano pedina politica, ma io spero che la politica resti fuori da quest'aula», aveva detto la campionessa durante l'udienza supplicando i giudici di non «mettere fine alla sua vita» nell'appello finale prima della sentenza in Russia. «Ho commesso un errore in buona fede, non avevo intenzione di infrangere la legge», ha dichiarato nel tribunale di Khimki. La cestista, che è comparsa dietro le sbarra e ammanettata, ha chiesto «scusa alla mia squadra, alla mia famiglia. Non volevo ferire nessuno. L'unica cosa che voglio è tornare da loro».

«La cittadina americana Brittney Griner ha ricevuto una sentenza che ricorda ancora una volta quello che il mondo già sa: la Russia detiene ingiustamente Brittney. È inaccettabile e chiedo alla Russia di rilasciarla immediatamente così che possa riunirsi con la moglie, gli amici e le compagne di squadra - mette in evidenza Biden -. La mia amministrazione continuerà a lavorare senza sosta e a perseguire ogni strada possibile per portare Brittney e Paul Whelan a casa il prima possibile».