CHIUDI
CHIUDI

18.01.2020

Vo Vintage: gioielli e orologi d'epoca
conquistano VicenzaOro

Il 18 gennaio del 1992 a Vicenza, all’interno di Vicenzaoro, si teneva l’ultima Asta di Antiquorum in Italia e, proprio in quella data, fu battuto un Rolex per 50 milioni di lire, lo stesso prezioso segnatempo che è stato recentemente assegnato nel corso di un’Asta di Phillips per un valore pari a 748 mila dollari.
All’insegna di questa straordinaria coincidenza, prende il via oggi, 18 gennaio a VOJ20 Vicenzaoro, VO Vintage una delle principali novità in programma a VOJ20 di Italian Exhibition Group.
 
«VO Vintage - spiega Michele Mengoli, autorevole firma giornalistica dell’orologeria e advisor del progetto - è il nuovo marketplace interamente dedicato all’orologeria e alla gioielleria d’epoca, in scena fino 20 gennaio e già alla sua prima edizione “the best of” con 30 espositori e gli esemplari più preziosi e unici delle loro collezioni».


Il settore del collezionismo di gioielli e di orologi d’epoca ha conosciuto una crescita esponenziale negli ultimi trent’anni, confermandosi bene rifugio e reinventandosi e ampliando la propria community: oggi il mercato italiano del collezionismo di orologi d’epoca vale non meno di un miliardo di euro e benché saldamente radicato nella tradizione e nelle sue antiche bellezze, sa plasmare le proprie strategie comunicative anche per un pubblico sempre più giovane e dinamico: non a caso il principale luogo di confronto per i preziosi d’epoca è, a sorpresa, Instagram, perlomeno come primissimo contatto tra collezionisti.
 
VO VINTAGE proseguirà alla fiera di Vicenza sino al 20 gennaio (mentre VOJ20 si concluderà il 22) e la sua contestualità con VOJ, l’appuntamento che raccoglie tutta la community orafo-gioielliera del mondo e che rappresenta un momento di business ma anche di bellezza, raffinatezza, arte e cultura, ne fa un prodotto unico e in linea con il pubblico del collezionismo mondiale. 


A VO Vintage pezzi unici e rari, momenti di contatto con i relativi buyer oltre che con ospiti d’eccellenza: da Sandro Fratini, il più grande collezionista al mondo grazie alla sua leggendaria collezione di 2mila orologi, agli orologiai di Verga Vintage maestri nell’arte di revisionare gli orologi d’epoca.
In fiera ci saranno i professionisti dell’alta orologeria come Giulio Papi o il professor Ugo Pancani, docente della Fondation de la Haute Horlogerie o profondi conoscitori del mercato come il direttore de L’orologio Dody Giussani.
Ci saranno Assorologi, con il suo presidente Mario Persico, che da anni è attiva sui temi dell’intellectual property contro la contraffazione e il commercio dei “falsi”, la prestigiosa AHCI Académie Horlogère des Créateurs Indépendants, che raggruppa i più grandi maestri orologiai indipendenti di tutto il mondo. E ci sarà spazio anche per il più importante forum di appassionati in Italia, Orologi & Passioni con uno dei suoi fondatori, Bruno Bergamaschi.
 
La tre giorni che si apre oggi mira a diventare un importante riferimento per il mercato.
Si inizia alle 11 con il talk show inaugurale “Tra passione e investimento. Il senso del mercato orologiero moderno”, che vedrà confrontarsi esperti internazionali per l’orologeria vintage e contemporanea (Hall 7.1 – Sala Tiziano).
Domenica 19 gennaio, dalle 11.00 (Hall 8.1, Sala Canova), VO VINTAGE incontra Stefano Mazzariol, uno dei più grandi esperti di Rolex Daytona al mondo e sempre domenica, alle 15, è previsto l’intervento di Vincent Calabrese, grande maestro orologiaio indipendente, membro dell’AHCI che illustrerà le differenze, oltre che i vantaggi e i difetti, tra i sistemi Carosello e Tourbillon. Chiude il programma lunedì 20 gennaio alle 11 (Hall 8.1, Sala Canova) Sandro Fratini, che racconterà la propria esperienza nel corso dell’intervista “Alla scoperta del Santo Graal del collezionismo”.
 
 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1