CHIUDI
CHIUDI

08.04.2020 Tags: Vicenza , Vicenza

«Sono laureato»
Lo assumono
ma era una bugia

La proclamazione dei neodottori dopo la discussione. ARCHIVIO
La proclamazione dei neodottori dopo la discussione. ARCHIVIO

Un giovane vicentino era stato assunto da una ditta dopo aver mandato un curriculum in cui aveva indicato di essere laureato. In realtà, come poi è emerso nel momento di compilare dei moduli per un corso di approfondimento, non aveva finito l’università; per questo era stato lasciato a casa al termine del contratto. Ma poichè aveva minacciato azioni legali, era stato il suo (ex) titolare a segnalarlo in procura con l’ipotesi di falso. Oggi non è più un reato, e pertanto l’indagine è stata archiviata; la ditta potrà semmai promuovere una causa civile.
 

Diego Neri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1