CHIUDI
CHIUDI

16.01.2020 Tags: Vicenza , Luigi Battistolli , Aci , smog , euro 5 , euro 4

Smog oltre i limiti
Euro 5 nel mirino
L'Aci: «Ora basta»

L'allerta smog continua a rimanere alta, non solo a Vicenza, e nel mirino ci sono gli Euro 5. Da ottobre 2020, secondo l’accordo di bacino padano che è stato siglato da Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte, quando le polveri sottili resteranno oltre il livello di guardia per più di quattro giorni consecutivi (vale a dire livello arancione) dovranno rimanere in garage anche le vetture Euro 5. Mentre gli Euro 4, che oggi vengono fermati con il codice arancione appunto, dovranno rimanere spenti a prescindere dalle condizioni dell’aria.

 

«E noi - interviene il presidente dell'Automobile club di Vicenza, Luigi Battistolli - non siamo per niente d’accordo. Siamo schierati dalla parte dell’automobilista e difendiamo i diritti di chi paga il bollo, la media è di circa 200 euro all’anno, ma si trova nelle condizioni di non poter usare la sua auto. Ora basta». Per Battistolli è «troppo facile prendersela con le auto e gli automobilisti». La verità, aggiunge, «è che queste misure non producono alcun reale vantaggio ambientale, ma creano solo svantaggi, in termini di disagi economici e sociali per i cittadini».  

Nicola Negrin
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1