CHIUDI
CHIUDI

26.03.2020 Tags: Vicenza , mascherine , gratis , farmacie , Regione Veneto

Nelle farmacie
15mila mascherine
per i cittadini

Da domani nelle farmacie di Vicenza, i cittadini potranno trovare un quantitativo di mascherine gratuite (15.000) fornite dal Comune attraverso la Regione Veneto. Ne sarà consegnata una per ogni cittadino che si recherà in farmacia per comprovati motivi di necessità.

 

+++ PRECISAZIONE +++ Si precisa che le farmacie non sono un punto di distribuzione e che non è un motivo giustificato uscire di casa per ritirare la mascherina. I presidi di protezione saranno consegnati ai cittadini nelle modalità indicate dal Comune di Vicenza.

 

Prosegue, comunque, anche nei prossimi giorni la distribuzione porta a porta di 30 mila  mascherine per le persone con fragilità, over 75 anni che vivono da soli o con altri anziani over 75 anni, e a tutte le altre persone segnalate dai servizi sociosanitari. Sono previste due mascherine per ogni nucleo familiare.

 

Per quanto riguarda il resto delle mascherine destinate alla città di Vicenza, il Comune è ancora in attesa di notizie dalla Regione del Veneto. Con successiva comunicazione saranno specificate le modalità di distribuzione. 

 

I VOLONTARI AUTORIZZATI. I volontari, reclutati tra i gruppi scout della città che hanno ricevuto formazione di protezione civile, sono riconoscibili perché in possesso di un tesserino con indicato "Volontario Vicenza" e il loro nome. Sono dotati anche di una lettera che li autorizza alla distribuzione delle mascherine, firmata dal dirigente dei servizi sociali.

I volontari, tenuti a rispettare il segreto professionale, non possono entrare per alcun motivo in casa dei cittadini: suonano il campanello e consegnano la mascherina al cittadino che  deve uscire dalla propria abitazione fino a raggiungere il cancello o la porta di ingresso.

Con la mascherina i cittadini ricevono anche il volantino "Vicenza Sicura" con informazioni utili a favore delle persone anziane o in temporaneo stato di disagio a causa dell’emergenza Coronavirus.

 

I TEMPI E LE MODALITÀ DI CONSEGNA NEGLI ALTRI COMUNI DELLA PROVINCIA (aggiornamento in ordine alfabetico)

 

LE MASCHERINE DELLA REGIONE. Si tratta di protezioni non chirurgiche e non DPI (dispositivi di protezione individuale) che non assicurano una difesa totale, pertanto resta valido l'obbligo di restare a casa, salvo che per spostamenti autocertificati per comprovate necessità e urgenze. Realizzate in “tessuto non tessuto”, le mascherine sono strettamente personali, sono monouso e non sono lavabili.

Non è in alcun modo consentito un utilizzo promiscuo, neanche tra i componenti dello stesso nucleo familiare. Mirano ad assicurare maggiore protezione in caso di uscita dalla propria abitazione, fermo restano l’obbligo di rispettare la distanza minima di un metro tra le persone.

 

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1