CHIUDI
CHIUDI

13.11.2019 Tags: Vicenza , campo nomadi , viale Cricoli , espulsi

Militare pestato
e rapinato: i due
nomadi espulsi

Il campo nomadi di via Cricoli. ARCHIVIO
Il campo nomadi di via Cricoli. ARCHIVIO

VICENZA. Il Comune ha avviato il procedimento amministrativo per revocare le piazzole del campo nomadi di viale Cricoli ai due residenti che sono stati arrestati nei giorni scorsi per la rapina ai danni di un soldato americano. «Ho fatto avviare subito le verifiche - ha dichiarato il sindaco Francesco Rucco - e gli uffici hanno rilevato che entrambi non avevano pagato al Comune le due rate per la piazzola del 2018 e la prima rata del 2019 (con un debito che è quindi al momento di 150 euro ciascuno). Avevano ricevuto la diffida al pagamento un anno fa. Il regolamento comunale parla chiaro: per questo abbiamo fatto scattare la procedura di revoca».

 

«L'allontanamento avverrà fisicamente nei prossimi giorni - ha proseguito Rucco - ma ho già dato disposizione di effettuare un controllo a tappeto per capire bene la situazione in generale su tutti gli aventi diritto alle piazzole. In particolare ho chiesto di fare un monitoraggio completo non solo sui canoni ma anche sulle utenze collegate avviando, quindi, ulteriori controlli a quelli che vengono già svolti abitualmente. È giusto che, come tutti i cittadini, anche chi vive nei campi nomadi riconosciuti della città e gestiti attraverso un regolamento comunale, paghi la propria quota, quindi nessuno sconto per chi è inadempiente».

Correlati

Articoli da leggere

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1