Vicenza/Spinea

Ischemia cerebrale, muore un bambino di 8 anni

Il piccolo Mehdi Jusufovski, di origine macedone, residente a Spinea, nel Veneziano, si era sentito male domenica a casa. Il suo cuore ha cessato di battere martedì mattina al San Bortolo dove era stato ricoverato.

Il malore improvviso, la corsa in ospedale, il ricovero e il disperato tentativo dei medici di salvarlo. Poi la tragica notizia. Un bambino di 8 anni, residente a Spinea (Venezia), è morto martedì mattina all'ospedale San Bortolo di Vicenza. 

Il malore e la corsa in ospedale

Secondo quanto riporta la Nuova di Venezia e Mestre, il piccolo Mehdi Jusufovski, di origine macedone, si era sentito male improvvisamente domenica pomeriggio mentre si trovava a casa ed era stato portato d'urgenza all'ospedale di Dolo. La diagnosi lasciava già poche speranze: ischemia celebrale. Di qui il trasferimento d'urgenza alla terapia intensiva pediatrica dell’ospedale di Vicenza.

I medici del San Bortolo hanno fatto di tutto per cercare di salvare il bambino, ma ogni tentativo purtroppo si è rivelato inutile e nella mattinata di martedì il cuore del piccolo Mehdi ha cessato di battere.

Il ricordo

La tragica notizia è ben presto arrivata a Spinea e ai compagni della scuola primaria Nievo, dove il piccolo Mehdi frequentava la classe terza. «Era un bambino bellissimo e dolcissimo», racconta una mamma alla Nuova Venezia, «sempre sorridente e molto vivace. Non lo ho mai visto all’uscita della scuola stare fermo un attimo. Sempre di corsa, sempre a chiacchierare con tutti i suoi amici, mai un atteggiamento di rabbia o di tristezza. Emanava una grande gioia e voglia di vivere». «Mehdi era un buono e si faceva voler bene da tutti senza alcuna eccezione», aggiunge un altro genitore.