CHIUDI
CHIUDI

27.02.2020 Tags: Vicenza , BpVI , processo

Il Covid-19 impone
le porte chiuse
al processo BpVi

Il cartello all'esterno dell'aula del tribunale di Vicenza dove si tiene l'udienza BpVi. FOTO BERNARDINI
Il cartello all'esterno dell'aula del tribunale di Vicenza dove si tiene l'udienza BpVi. FOTO BERNARDINI

L'emergenza coronavirus si ripercuote anche sul maxi processo BpVi. Come annunciato, infatti, l'udienza in programma oggi è iniziata a porte chiuse. Nonostante ci fossero posti disponibili, infatti, stampa e pubblico sono rimasti fuori. La decisione è stata presa dai presidenti del tribunale di Borgo Berga e della Corte di Appello di Venezia. 

 

Quella in calendario questa mattina è la prima udienza che vede salire sul banco dei testimoni un imputato: l'ex consigliere di amministrazione Giuseppe Zigliotto.  prima di entrare in aula ha commentato: «Mi avrebbe fatto piacere che la mia testimonianza potesse essere ascoltata anche dal pubblico - ha detto Zigliotto prima di entrare in aula - perché dopo 4 anni di processo mediatico ci tenevo al fatto che le persone potessero ascoltare la mia versione dei fatti. Non avere questa possibilità mi rammarica». 

 

Le porte dell'aula si sono chiuse alle 9.49.

Matteo Bernardini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1