CHIUDI
CHIUDI

28.06.2020 Tags: Vicenza

Erika può sorridere
La polizia ha trovato
il suo triciclo rubato

Erika con il suo triciclo speciale
Erika con il suo triciclo speciale

Erika può finalmente tornare a sorridere. La polizia ha ritrovato il triciclo speciale che le era stato rubato più di un mese fa e glielo ha immediatamente riconsegnato a casa, rendendola immensamente felice e permettendole dunque di mettersi alle spalle questa brutta vicenda.

Tutto era cominciato il 5 giugno, quando qualche ladro senza scrupoli aveva rubato il triciclo speciale di Erika, che ha 43 anni e qualche problema di mobilità. La vicentina lo aveva parcheggiato sotto casa in via Casermette e lo aveva assicurato con la catena e il lucchetto. Ciò nonostante il balordo era riuscito a portarlo via pur notando che si trattava di una bicicletta particolare. Erika e la sua famiglia avevano scoperto il furto qualche ora dopo e avevano immediatamente chiesto aiuto al 113 della questura. La sala operativa aveva quindi inviato a casa della donna una pattuglia delle volanti che aveva raccolto la denuncia e dato il via alle ricerche. I poliziotti guidati dal commissario capo Raimondo Martorano hanno preso a cuore la vicenda e da quel giorno non hanno mai smesso di guardarsi attorno durante ogni turno di pattuglia.

Lo sforzo degli agenti è stato premiato ieri mattina quando un equipaggio ha notato un triciclo identico in strada Sant'Antonino. La tre ruote era stata abbandonata vicino all'istituto Almerico da Schio. I poliziotti sono scesi subito dall'auto di pattuglia per accertarsi che si trattasse proprio del triciclo che stavano cercando. Dopodiché hanno segnalato il ritrovamento alla sala radio e, qualche ora dopo, si sono presentanti a casa della proprietaria in via Casermette. Erika non ha creduto ai propri occhi quando ha visto gli uomini in divisa che scaricavano dal furgone della polizia il suo triciclo che le permette di girare per la città. La gioia della donna è stata immensa così come quella degli agenti e di tutte le persone che le vogliono bene. Erika ha quindi voluto farsi scattare una fotografia assieme al triciclo e ai poliziotti che glielo avevano riportato. Questa storia, fortunatamente, ha avuto un lieto fine.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1