CHIUDI
CHIUDI

10.09.2019

Assessore Donazzan
bloccata su Fb
«Fatto gravissimo»

Elena Donazzan
Elena Donazzan

VICENZA. «Facebook mi ha comunicato di aver rimosso un mio post, perché "colpevole" di violare gli standard previsti in materia di violenza e sua prevenzione. Ero convinta che il post in questione fosse legato alla svastica insanguinata che il Coordinamento Studenti Medi di Padova aveva diffuso nei social: invece no, era un semplicissimo commento sulla mia partecipazione al convegno organizzato da Casapound a Roncà (Verona) lo scorso sabato 7 settembre, a cui avevo aggiunto alcune foto scattate in loco».

 

Lo afferma Elena Donazzan, assessore regionale sulla «censura» - come la definisce - da parte di Facebook di un suo post. «Trovo tutto questo assurdo - afferma Donazzan - il post non riportava nulla di violento, non conteneva riferimenti a qualcosa di illegale e voleva semplicemente raccontare di un’iniziativa pacifica che si è svolta in un clima sereno e propositivo, tra tricolori e simboli di un partito che si era presentato ufficialmente alle scorse elezioni politiche nazionali. Facebook non può decidere da sè ciò che è giusto o no pubblicare: è un fatto di una gravità inaudita».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1