CHIUDI
CHIUDI

22.01.2020 Tags: Cornedo Vicentino

Una voragine
nell'area protetta
delle Poscole

Un'interrogazione alla giunta regionale del Veneto e al presidente Luca Zaia e un esposto al ministero dell'Ambiente. È quello che la consigliera regionale Cristina Guarda ha depositato per fare luce sulla voragine di 12 metri di profondità per 25 di ampiezza che, da qualche settimana, si è aperta in località Cracchi a Cornedo Vicentino, nell'area protetta delle Poscole, dove è in costruzione un tratto della Pedemontana veneta.

Un terreno delicato, ricco d'acqua, dove da qualche tempo, a causa dei lavori, secondo la consigliera Guarda, si stanno verificando evidenti mutamenti, tra buche e cedimenti. Motivo per cui due famiglie residenti a poca distanza, nel punto in cui a 17 metri di profondità transiterà la galleria Malo- Castelgomberto, assistite dall'avvocato Giorgio Destro hanno presentato ricorso al tribunale di Vicenza per chiedere lo stop immediato ai lavori, una perizia approfondita sulla tenuta del terreno e una cauzione di 750 mila euro a garanzia della casa.

G.AR.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1