Cornedo Vicentino

Ladri agli impianti sportivi: quattro raid in due mesi

Furti a segno negli spogliatoi (foto Cariolato)
Furti a segno negli spogliatoi (foto Cariolato)
Furti a segno negli spogliatoi (foto Cariolato)
Furti a segno negli spogliatoi (foto Cariolato)

Quattro raid e, questa volta, c’è mancato poco che il responsabile fosse acciuffato, dopo un inseguimento. Nuovo episodio, questa volta con tentato furto, ai danni degli spogliatoi dell’impianto sportivo di Cornedo. L’altra sera un individuo è riuscito a scappare lungo la vicina pista ciclabile dileguandosi nell’oscurità dopo essersi introdotto negli spogliatoi di via De Gasperi. È fuggito al sopraggiungere di alcune persone che stavano assistendo agli allenamenti della squadra juniores di calcio. Quella di ieri sera è la quarta incursione dei ladri negli spogliatoi in poco meno di due mesi. Questa volta il furto è andato a vuoto, ma nelle tre precedenti occasioni i ladri sono riusciti a portare via soldi e indumenti sportivi. Nel primo raid sono stati rubati circa 200 euro rinvenuti nei borsoni degli atleti durante un allenamento. Nel secondo e terzo raid, invece, rubati alcuni giubbotti e altri indumenti. I dirigenti del Calcio Cornedo hanno sporto denuncia ai carabinieri. Le incursioni sono avvenute sempre durante le ore di allenamento serale. Al momento, per evitare altre brutte sorprese e scoraggiare i ladri, i giocatori depongono telefonini e portafogli in una sacca, che poi viene controllata a vista da uno degli sportivi che presidiano il campo da calcio. È convinzione che i ladri siano gente della zona visto che sono a conoscenza delle abitudini degli sportivi considerando che entrano in azione con le stesse modalità e sempre durante gli allenamenti. I giocatori sono tenuti d’occhio e i malviventi entrano in azione quando i calciatori sono lontani. 

Aristide Cariolato