Cornedo

Giovane influencer filmata nuda. Il video gira sui social

I punti fermi, in una vicenda in cui la violenza delle immagini si interseca con una narrazione boccaccesca, sono due. Il primo è che un video, che doveva rimanere privato, è stato diffuso su alcune piattaforme social, a partire da whatsapp. Il secondo è che la giovane che è stata vista, senza vestiti, da chissà quante persone, ha denunciato quello che secondo lui è l’autore della diffusione, un amico che lavora come filmaker e che avrebbe fatto circolare quel video. L’ipotesi contenuta nella denuncia è revenge porn (vendetta pornografica), un reato da “codice rosso”; ma non è detto, visto che fra i due non c’era una relazione sentimentale, che il magistrato la pensi in maniera diversa. In ogni caso, il cittadino nigeriano “Jerry” (è il soprannome con il quale lo conosce la ragazza e con cui si fa chiamare) Okafor, 24 anni, residente in provincia di Brescia, avrà modo di difendersi.

I fatti risalgono al maggio dello scorso anno. La vittima (che non possiamo indicare con nome e cognome, vista la vicenda) è una giovane di 24 anni, residente a Cornedo, che lavora come barista e come commessa, ha calcato le passerelle e tenta di guadagnarsi uno stipendio come influencer nell’ambito della moda. È molto seguita sui social, soprattutto su Instagram e su Tik Tok, che adesso spopola fra i giovanissimi. Una delle sue scene consuete la vede immersa in una vasca idromassaggio mentre indossa costumi da bagno di marche famose, e dà consigli su come truccarsi. Per questo aveva chiamato Okafor a casa sua, a Cornedo: il giovane, conosciuto per la sua abilità nel produrre filmati per il mondo web, avrebbe dovuto girarle alcuni video, in maniera professionale, di modo che la ragazza potesse pubblicarli nelle settimane successive sul suo profilo Tik Tok. Così era avvenuto: la ragazza era sotto la doccia, in giardino, in camera, in vasca da bagno.

Nel corso della giornata, da quanto lei stessa ha denunciato, la giovane aveva deciso di fare un altro video, una sorta di “regalo” al filmaker, che glielo avrebbe chiesto, in cui posava senza veli, sotto la doccia o sul letto. Un filmato di tutt’altro tenore rispetto ai precedenti, non ai fini della pubblicazione, che i due si sarebbero tenuti come ricordo di quell’esperienza. 

La cornedese ha però scoperto, nelle scorse settimane, che quel video - che dura, in diversi spezzoni, circa tre minuti - era circolato parecchio sia su whatsapp che su Telegram, e che in moltissimi l’avevano pertanto visto come mamma l’ha fatta, mentre scherzava senza veli a favore di telecamera. Da quanto è emerso, quella registrazione non sarebbe finita su Internet, o su canali comunque visibili a tutti; ma in ogni caso, a modo di vedere della giovane, Okafor non aveva rispettato i patti e anzi non le aveva dato notizia di questa sua intenzione. Lei lo aveva contattato, ma lui avrebbe negato decisamente di aver divulgato quelle immagini, accusando semmai lei di averle fatte circolare per farsi pubblicità. A quel punto la ragazza aveva sporto denuncia, facendo scattare le indagini delle forze dell’ordine. Sarà il magistrato ora a fare chiarezza. 

 

Diego Neri