CHIUDI
CHIUDI

09.11.2019

Tiro a segno, arriva il silenziatore

Gli spari sono rumorosi. Ma sono in arrivo le barriere per insonorizzare il tiro a segno. È una buona notizia per i residenti del quartiere di Ca' Pajella che da anni devono fare i conti con il rumore proveniente dalla storica società di viale Europa. Fondata nel lontano 1903, la struttura, che ad oggi conta 800 iscritti tra cui le varie polizie locali che qui si addestrano, si è velocemente ritrovata circondata da abitazioni e attività commerciali, oltre che dal vicino polo scolastico formato dal Liceo Corradini e l'Itt Chilesotti, trasformandosi così in una fonte di disturbo acustico. Ora, dopo anni di attesa, sono in arrivo le protezioni contro il rumore grazie anche all'intervento del Comune di Thiene, come spiegato dal sindaco Gianni Casarotto giovedì sera in parrocchia San Sebastiano durante l'incontro pubblico organizzato dal comitato di quartiere Ca' Pajella. «So che questo è un intervento che vi sta molto a cuore - ha detto il primo cittadino - e che avrebbe dovuto partire anni fa quando avevamo firmato l'accordo con il Demanio per entrare in possesso del terreno tra il tiro a segno e le scuole». L'esigenza di dotare la cittadella degli studi superiori di un nuovo ingresso a est, in modo tale da decongestionare il traffico lungo lo stretto senso unico di via San Gaetano in Conca, aveva spinto l'Amministrazione comunale a richiedere all'Agenzia del Demanio la cessione gratuita dei 3.700 metri quadrati di terreno di proprietà del tiro a segno per creare la strada sul retro del liceo Corradini e dell'Itt Chilesotti, una sorta di parcheggio scambiatore e un percorso ciclopedonale con ponticello sul Rostone. Una richiesta che si era poi concretizzata nel 2016 con un accordo che impegnava il Comune a stanziare un contributo massimo di 35 mila euro, ovvero il 40 per cento del costo totale dell'opera, finalizzato all'intervento di insonorizzazione del vicino poligono di tiro. Ma se strada, ciclabile e ponte nel frattempo sono stati realizzati, delle barriere di insonorizzazione si era persa traccia, almeno fino all'altra sera. «Ho parlato la settimana scorsa con il presidente del tiro a segno - ha spiegato ai cittadini il sindaco Casarotto - e mi ha assicurato che il progetto è pronto e visionato, e che è stata trovata anche la ditta a cui appaltare i lavori che partiranno presumibilmente la primavera prossima. I soldi che avevamo messo a disposizione del progetto quattro anni fa sono tutt'ora a bilancio, per cui la nostra disponibilità è massima», le parole del primo cittadino. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Dall'Igna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1