CHIUDI
CHIUDI

04.01.2020

Parlamentino ruggente, graffi e stoccate

È tempo di pagelle per gli amministratori comunali di Thiene. A pochi giorni dalla conclusione dell'attività consiliare del 2019 abbiamo passato al setaccio il lavoro del "parlamentino" thienese alla ricerca di curiosità e di progetti che hanno acceso il dibattito tra la maggioranza e i gruppi di minoranza Lega Nord, Movimento 5 Stelle e Liberi a Destra. PRESENTI E ASSENTI. L'anno scorso, dal 7 febbraio al 19 dicembre, sono state convocate otto sedute del consiglio comunale: la più veloce è stata quella del 17 aprile che ha rischiato di saltare per mancanza del numero legale di consiglieri. Hanno infatti bigiato l'appuntamento pre pasquale Simone Furia, Paola Pasqualotto, Abramo Tognato, Lisa Stivanello, e Silvia Turra. Attilio Schneck, inizialmente arrivato in consiglio, visto l'esiguo numero di consiglieri si è rifiutato di partecipare alla seduta, e solo grazie alla presenza di Christian Azzolin e Andrea Busin è stato infine possibile raggiungere il numero legale di 10 consiglieri e iniziare i lavori. NUMERI. Tolti il sindaco Gianni Casarotto e il presidente del consiglio Maurizio Fanton, entrambi sempre presenti, in totale sono stati 7 su 15 i consiglieri che non hanno mai mancato un appuntamento, e fanno tutti parte della maggioranza: Filippo Carollo, Giuseppe Martini, Domenico Simonato, Maria Angela Barone, Roberta Marin, Ludovica Sartore, Ilario Barbieri. Sul fronte delle opposizioni invece Abramo Tognato e Andrea Busin hanno saltato una seduta, Christian Azzolin due, Attilio Schneck e Simone Furia tre, Paola Pasqualotto quattro; nella maggioranza le più assenti sono state Silvia Turra e Lisa Stivanello che non si sono presentate a quattro assemblee. LE MINORANZE. Il ruolo fondamentale dei gruppi consiliari di opposizione è quello di vigilare sull'operato dell'amministrazione anche tramite la presentazione di interrogazioni e mozioni. Ebbene, nel corso del 2019 sono state presentate 4 interrogazioni e 13 mozioni. In particolare, il Movimento 5 Stelle ha interrogato la maggioranza sulla possibilità di realizzare dei parcheggi "rosa", sulla valorizzazione della Giornata degli alberi, e, assieme ai colleghi di Lega Nord e Thiene a Destra, sulla realizzazione di un bosco urbano in zona cimitero e sulla necessità di aumentare le analisi dei Pfas nelle acque del depuratore cittadino. La Lega Nord ha presentato una mozione relativa all'ampliamento del centro Carrefour e un'interrogazione sulla vicenda dell'Istituto Santa Dorotea. I GRANDI TEMI. Nel corso del 2019 il consiglio comunale ha approvato alcuni progetti che in futuro avranno un grande impatto sulla città e che, al momento della discussione in aula, hanno acceso il dibatto tra maggioranza e minoranza. Tra questi va ricordato l'accordo tra Comune e Ulss 7 il piano di riqualificazione urbanistica dell'area ex Nordera dove, accanto agli edifici pubblici e ai parcheggi, troverà posto una nuova zona residenziale; l'approvazione di una variante al piano degli interventi per modificare la viabilità relativa al progetto di raddoppio del centro commerciale Carrefour; l'ok alla deroga al regolamento comunale di contrasto alla ludopatia, in modo da consentire il trasferimento della sala giochi in zona industriale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Dall'Igna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1