Thiene

Maschera digitale in scena. Il teatro 4.0 nasce in città

Trae ispirazione dalla Commedia dell'Arte la maschera tecnologica di Pantalone creata da un designer di Thiene. L'idea è del 26enne Gianantonio Vecelli, ex studente del Liceo Corradini e laureato recentemente col massimo dei voti al Politecnico di Torino in design sistemico. Prendendo spunto proprio da questa forma di spettacolo nata in Italia nel XVI secolo, il giovane thienese ha progettato e realizzato una maschera protettiva per attori, che permette loro di lavorare sul palco a stretto contatto e in sicurezza, aumentando al tempo stesso le loro capacità espressive ed interattive durante le dirette e gli streaming. Oltre che essere anti-Covid la maschera è dotata di un sistema microfono e un sensore di movimento: il primo serve a fornire una buona qualità audio agli utenti online, mentre il sensore permette ai tecnici luci, costumisti e truccatori, di agire da remoto, limitando così gli assembramenti. Inoltre è possibile interagire, sempre attraverso la maschera digitale, con gli spettatori che seguono lo spettacolo online. «L'utente online sarà così in grado di esplorare lo spazio scenico liberamente - dice Vecelli - e fornire feedback all'attore come risate e applausi attraverso il microfono del proprio cellulare».

Suggerimenti