CHIUDI
CHIUDI

06.10.2019

La palestra è maxi, costerà 7,6 milioni

Sarà ricordata come l'opera simbolo dell'Amministrazione Casarotto che per rispondere alle esigenze sportive dei grandi e piccoli atleti thienesi ha deciso di investire 7 milioni 600 mila euro nella nuova palestra comunale. Una cifra che di certo non passa inosservata di questi tempi - è raddoppiata rispetto al progetto iniziale il cui costo si aggirava sui 4 milioni 350 mila euro - e alla quale il Comune sarà in grado di far fronte ricorrendo all'accensione di un mutuo. L'Amministrazione ha infatti scelto di realizzare una doppia palestra non più su due piani ma affiancata, e di utilizzare l'area sottostante per ricavare un parcheggio interrato a servizio non solo del palazzetto ma anche dell'intera cittadella delle scuole superiori, preservando al contempo l'area verde dell'ex tiro a segno dove era originariamente previsto il parking. Un progetto ambizioso che necessita di una ulteriore iniezione di denaro, approvata con la variazione del bilancio di previsione 2019/2021 nel corso dell'ultimo consiglio comunale. «Con questa variazione di fatto si dà avvio al grande progetto di realizzazione della nuova palestra di via San Gaetano - ha spiegato Alberto Samperi, assessore al bilancio - grazie all'incremento delle fonti di finanziamento di 3 milioni 250 mila euro per una spesa complessiva dell'opera di 7 milioni 600 mila euro, di cui 400 mila euro per la progettazione che sono già stati finanziati con fondi propri. Il mutuo che andremo a contrarre sarà dunque di 7 milioni di euro. Ci stiamo muovendo con il credito sportivo per ottenere un finanziamento a tasso zero fino a 4 milioni di euro, e poi, per la parte restante, a tasso agevolato risparmiando così circa 25 mila euro l'anno sugli interessi. Si tratta di un investimento importante per la nostra città. È dai tempi dell'Amministrazione Schneck, circa 20 anni fa, che non si fanno opere così importanti. Nei prossimi tre anni sono previsti investimenti pubblici, tra Comune e Provincia, per 27 milioni di euro tra cui spiccano quelli per la nuova palestra (7,6 milioni di euro), per il miglioramento sismico delle medie Ferrarin (900 mila euro), terzo stralcio del liceo Corradini (4,5 milioni di euro) e il completamento dell'Ipsia Garbin (4 milioni di euro)». Il progetto della nuova palestra nasce dal fatto che negli ultimi anni sono costantemente aumentate le associazioni sportive thienesi, e, di conseguenza, anche le discipline proposte ad oltre duemila atleti. Un boom sportivo al quale, purtroppo, le strutture cittadine non sono riuscite a tenere testa, costringendo alcune associazioni a migrare nei paesi limitrofi per riuscire a rispettare il calendario degli allenamenti. Ad oggi in città gli atleti possono praticare sport in dieci siti diversi: le tre palestre provinciali, ovvero la tensostruttura dell'Ipsia Garbin e le due palestre di via Carlo del Prete e le sette comunali Bassani, Vianelle, Talin, Scalcerle, Ferrarin, il pallone di via 1° Maggio e il PalaCeccato, cui vanno ad aggiungersi le piastre polivalenti delle Bassani, del parco del Donatore e di via Vanzetti. Impianti più o meno recenti ai quali si può accedere solo al termine dell'orario scolastico. Per tentare di aggirare il problema, negli ultimi anni il Comune ha dato vita a "Thiene Sport Estate", una serie di proposte estive che permettono ai cittadini di praticare sport all'aperto, ma con l'arrivo dell'autunno ritorna l'annosa questione della mancanza di spazi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Dall'Igna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1