Dueville

Inventa un tentato stupro per far tornare il fidanzato dopo la lite: 26enne denunciata

Litiga con il fidanzato, teme che dopo la discussione lui corra dalla sua ex e allora gli manda un messaggio dicendo che uno sconosciuto vuole violentarla. Pensa che così lui accorrerà ma si sbaglia: l'uomo, giustamente, dà subito l'allarme ai carabinieri e a quel punto per lei iniziano i guai. La sua sceneggiata viene scoperta e rimedia una denuncia per procurato allarme e simulazione di reato.

È accaduto lo scorso 4 febbraio. Di sera è arrivata la chiamata al 112 da un uomo che aveva appena ricevuto un messaggio dalla compagna ed era ovviamente preoccupato perché c'era scritto che uno sconosciuto voleva violentarla in via delle Piscine a Dueville.

È stata subito mandata una pattuglia ma della ragazza non c'era traccia e si è scoperto che la 26enne era tornata a casa. Ascoltata dai carabinieri ha detto che mentre stava percorrendo via De Gasperi a Dueville era stata avvicinata da uno sconosciuto che voleva abusare di lei, l'aveva fatta inginocchiare e si era fatto consegnare il cellulare per poi scrivere un messaggio al suo fidanzato. La giovane ha poi raccontato di essere riuscita a riprendere il cellulare e a scappare dopo avergli dato una ginocchiata. Quando i carabinieri hanno iniziato a farle domande la donna ha detto di sentirsi male e si è fatta accompagnare all'ospedale di Vicenza dal fidanzato. 

Quando è stata convocata in caserma, il giorno seguente, è stata messa alle strette con le prove raccolte: è crollata e ha confessato di essersi inventata tutto. 

 

Suggerimenti