CHIUDI
CHIUDI

26.05.2019

Industria 4.0, corso per supertecnici

Un momento della presentazione del corso in villa Fabris che ospiterà anche le lezioni. FERRANTEDa sinistra Sottoriva, Strinati, Sonego e Visentin. FERRANTE
Un momento della presentazione del corso in villa Fabris che ospiterà anche le lezioni. FERRANTEDa sinistra Sottoriva, Strinati, Sonego e Visentin. FERRANTE

“Presenti al futuro”. È stato presentato in villa Fabris, alla presenza di aziende e studenti, il nuovo corso ITS-ICT per l’innovazione digitale e la formazione di tecnico superiore sviluppatore per la fabbrica intelligente 4.0, in collaborazione con la fondazione per le tecnologie dell’Informazione e della comunicazione ITS Kennedy, il Comune di Thiene e Niuko Srl, società formativa di Confindustria di Padova e Vicenza. L’obiettivo: formare giovani tecnici guardando al futuro per essere competitivi con il mondo. «Nel 1968 ero all’università e per la prima volta ho sentito la parola informatica. Vedete voi quanta strada è stata fatta – ricorda Adriana Sonego, presidente onorario fondazione Kennedy con sede a Pordenone –. Siamo venuti a Thiene raccogliendo la richiesta delle aziende. L’industria 4.0 è una rivoluzione senza libretto di istruzioni: non si sa come evolverà però sappiamo che servono figure con competenze avanzate con un impianto proiettato due anni in avanti per essere pronti al mercato del lavoro. La nostra volontà è quella di vedere più in là: non bisogna formare la figura che serve oggi, ma per il domani». Al via, quindi, la selezione per i candidati ai corsi biennali in avvio il prossimo ottobre che si terranno in via Trieste. Mille ore all’anno, cinque mesi totali di stage in azienda e esame finale unendo la formazione teorica in aula a quella pratica sul lavoro. «Nessun libro, ma un pc in dotazione. La retta annuale costa 500 euro: una quota bassa perché l’investimento dello Stato e delle Regioni sul percorso formativo è grandissimo. Il mondo imprenditoriale lamenta di essere bloccato nello sviluppo per la mancanza di tecnici superiori: il ministero dell’istruzione, dello sviluppo economico e le Regioni, perciò, si stanno impegnando per dare opportunità ai giovani. Il diploma è riconosciuto dallo Stato e viene rilasciato insieme all’Europass con certificazione delle competenze». A credere molto nel progetto è il Comune di Thiene. «Nell’Alto vicentino e nel Bassanese, abbiamo un tessuto economico estremamente produttivo e necessità di forze nuove: tecnici in grado di far dialogare le macchine e i sistemi – si unisce Gabriella Strinati, vicesindaco e assessore alla cultura e –. Da qualche anno ci siamo fatti promotori insieme ad altri della costruzione e della promozione di un corso ITS. Vogliamo aiutare i giovani, non solo thienesi, mettendo a disposizione una foresteria». A livello nazionale, il paese necessita di 270 mila tecnici superiori. «Per continuare ad evolversi serve la persona. Ma le aziende si sentono con il freno tirato perché non riescono a trovare personale per fare ricerca e sviluppo, per competere con il mercato estero, in particolare con la Germania – commenta Pietro Sottoriva, presidente Confindustria raggruppamento Schio Thiene –. Qui nasce un ITS importante che crea la figura di super tecnico collegando la parte meccanica all’uomo». Il valore aggiunto è la sinergia. «Lavorare in squadra diventa fondamentale nel momento in cui i sistemi diventano più complessi – aggiunge Andrea Visentin, direttore ICT Mevis Spa e presidente Confindustria Bassano –. Serve una figura in grado di collegare tutti i sistemi dell’industria 4.0 e trasformarli in informazioni». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Chiara Ferrante
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1