Delegazione a Venezia
per il project financing

L’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale. [FOTOGRAFO]FOTO CISCATO
L’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale. [FOTOGRAFO]FOTO CISCATO

A che punto sono le indagini sul project financing dell’ospedale di Santorso? Per verificare lo stato in essere degli esposti sulle presunte anomalie nell’accordo tra Regione e privati per la realizzazione del nuovo polo sanitario, presentati alla corte dei conti nel 2006 e nel 2013, una delegazione scledense si è recata a Venezia nella sede dell’organo di controllo. A formarla erano il primo firmatario di quelle segnalazioni, l’ex assessore e presidente di “Communitas” Pietro Veronese, il sindaco Valter Orsi e due esponenti del Movimento 5 stelle cittadino: il consigliere comunale Marco Vantin e Roberto Bottecchia. Con loro anche altri due politici grillini: il consigliere regionale Jacopo Berti e il senatore Enrico Cappelletti.

«Nell’incontro è emerso che un fascicolo è stato aperto - ha comunicato Orsi al Consiglio comunale - Ma anche che fino ad oggi non sono mai stati messi in atto i necessari approfondimenti». A fronte di ulteriori segnalazioni presentate in loco, il magistrato avrebbe chiesto il deposito di un ulteriore esposto. «Sono amareggiato che dopo dieci anni non siano stati raggiunti minimi risultati nonostante e la copiosa documentazione già depositata» ha aggiunto Orsi. Anche veronese si dice stupito della «scarsa reattività» della cortei, ma sottolinea: «Il fascicolo è ancora aperto. Sarebbe importante che gli amministratori locali, a differenza del passato, si unissero nel chiedere chiarimenti».

L'ospedale unico dell'Alto Vicentino è costato 165 milioni di euro di cui 87 investiti dai privati. Le «anomalie» riscontrate dall’associazione Communitas riguardano la remunerazione giudicata eccessiva del capitale privato a un tasso di interesse «superiore al 19%». Un tasso che Veronese definisce «d’usura» e a fronte del quale non ci sarebbe rischio d’impresa. «Disarmante la risposta che ci hanno dato - afferma Vantin- Ma noi non molleremo». «Mi risulta che sull’ospedale ci siano indagini in corso anche da parte della magistratura ordinaria - conclude Veronese - Bisogna tenere alta l’attenzione sul caso».E.CU.

Suggerimenti