CHIUDI
CHIUDI

05.04.2019

Pistola puntata alla cassiera Terrore al market

Il supermercato Stella  dove è avvenuta la rapina. COLORFOTOIndagini dei carabinieri
Il supermercato Stella dove è avvenuta la rapina. COLORFOTOIndagini dei carabinieri

Sono entrati nel supermercato, entrambi con il volto coperto da un casco da motociclista, e hanno intimato alla cassiera di consegnare il denaro contenuto nel registratore di cassa. In tutto 3.700 euro. Un’azione fulminea, durata pochi minuti, ma convincente visto che uno dei due, da quanto si è potuto apprendere, aveva una pistola. Una volta presi i soldi, i banditi si sono dati alla fuga su uno scooter facendo perdere le loro tracce. Dopo pochi minuti sono arrivati i carabinieri che hanno attivato subito le indagini per cercare di arrivare all’identificazione dei rapinatori. Tutto è successo intorno alle 14.30, al supermercato Stella di via Firenze ad Altavilla, come conferma il titolare del market, Fernando Adda. «Il supermercato fa orario continuato e quindi, non facendo la pausa, a quell’ora era regolarmente aperto al pubblico. All’interno c’erano una cassiera e un paio di clienti. Tutto normale, come ogni giorno in un orario piuttosto tranquillo. Solo che poi abbiamo avuto la sorpresa». In effetti quello che non ci si aspettava è successo. «Sono entrati in due - dice ancora Adda - avevano il volto travisato e almeno uno era armato. Aveva una pistola, non so dire se fosse vera o falsa, ma era una pistola, quindi nel dubbio non si può scherzare». I rapinatori hanno puntato l’arma alla cassiera e hanno subito fatto capire le loro intenzioni. Erano interessati all’incasso. «Si sono portati via quello, 3.700 euro», sono ancora parole del titolare del supermercato. Comunque è stata un’azione fulminea, durata pochi minuti». Un po’ di spavento ovviamente anche per i due clienti che si trovavano all’interno, una volta compreso che si trattava di una rapina. Quando i due banditi sono fuggiti è scattato l’allarme. Poco dopo sono arrivati i carabinieri, ma i banditi avevano già fatto in tempo a darsi alla fuga. Ora saranno importanti le dichiarazioni della cassiera e dei clienti per avere informazioni che possano aiutare gli inquirenti nelle indagini. Preziose potrebbero rivelarsi, a questo punto, anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona che saranno acquisite dai carabinieri per arrivare all’identificazione dei banditi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

L.N.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1