Bassano/Breganze

Stupefacenti, arrestati due giovani. Un 21enne coltivava marijuana in camera da letto

Sequestrati anche panetto di hashish, venti sacchetti di sostanze vietate e un bilancino elettronico di precisione

I carabinieri di Bassano e Breganze hanno arrestato due giovani trovati in possesso di sostanze stupefacenti. È accaduto lunedì, 21 novembre, in due distinte operazioni di controllo.
Nel dettaglio, nel corso della serata, i militari hanno tratto in arresto un giovane 21enne bassanese per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di marijuana e di hashish. L’indagine era scaturita in seguito ad alcune segnalazioni pervenute da diversi cittadini che indicavano l’area verde nei pressi del “Col di Dante” nel comune di Romano d’Ezzelino, luogo solitamente frequentato da giovani dediti al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti.
I carabinieri, perlustrando l’area, identificavano due giovani, un 21enne bassanese ed un coetaneo di Romano d’Ezzelino, i quali, fin dalle prime fasi del controllo, mostravano una forte agitazione. Le perquisizioni personali e del veicolo, davano esito negativo. Ma ritenendo fondata la possibilità che il giovane bassanese potesse detenere nella propria abitazione sostanze illecite, i carabinieri si sono recati nel suo appartamento. Nell’abitazione venivano rinvenuti sei vasetti in vetro contenenti varie infiorescenze di marijuana in diverse fasi di essiccazione, una scatola in plastica contenente un piccolo pezzo di hashish ed un bilancino elettronico di precisione. Inoltre in camera da letto veniva rinvenuta una sorta di serra all’interno della quale erano presenti due piante di marijuana interrate, in piena fioritura, oltre a vario materiale atto alla coltivazione e produzione quali terriccio e fertilizzanti.
Il giovane è stato arrestato per possesso e coltivazione della sostanza stupefacente e su disposizione del piemme trattenuto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.
Nelle stesse ore, i carabinieri di Breganze hanno individuato e bloccato, in zona artigianale, un’autovettura di grossa cilindrata condotta da un venticinquenne del posto. Z.N., già noto alle forze dell’ordine, assumeva un atteggiamento progressivamente sempre più nervoso ed inquieto, motivo per il quale i carabinieri decidevano di approfondire il controllo del giovane e del veicolo in suo uso. All’interno degli slip del giovane è stato trovato un panetto del peso pari a 100 grammi contenente hashish avvolta in un cellophane.
I militari nell’estendere la perquisizione nell’abitazione dell’uomo hanno trovato venti sacchetti intrisi di sostanza stupefacente. Ritenendolo responsabile del reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti, lo hanno dichiarato in stato di arresto. Ieri Z.N. è stato condotto al tribunale di Vicenza che ha convalidato l’arresto con l’obbligo di presentazione.