Rosà

Lite in casa tra marito e moglie finisce nel sangue: 44enne ferito con una coltellata

Una lite familiare che poteva trasformarsi in tragedia. È successo nella mattinata di giovedì 27 maggio in un'abitazione in via Amabilia, a Rosà, dove una donna ha ferito il marito colpendolo con un coltello da cucina. Ad allertare il 118 è stato l'uomo, A.B.Y., operaio marocchino di 44 anni.

I carabinieri, intervenuti su segnalazione del Suem, hanno trovato l'uomo all'esterno dell'abitazione, il quale ha riferito di essere stato accoltellato ad una spalla dalla moglie al culmine di un litigio, precisando che la donna si trovava ancora all'interno.

Quando i militari sono entrati nell'appartamento hanno trovato la donna - I.F., 33 anni, nata in Bangladesh ma cittadina italiana - intenta a pulire la casa con la candeggina, forse per eliminare le tracce dell'aggressione. La donna era molto agitata e i carabinieri hanno faticato non poco per calmarla e accompagnarla in caserma. Secondo quanto ricostruito dai militari, che in casa hanno trovato e sequestrato il coltello con il quale è stato ferito l'uomo, il litigio sarebbe scoppiato per motivi familiari legati a difficoltà economiche. La coppia, ha due figli minori, che al momento dell’aggressione, si trovavano a scuola.

Marito e moglie sono stati accompagnati in ospedale; l'uomo è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni per la ferita alla spalla destra, mentre la donna, che è stata denunciata per lesioni personali aggravate, è stata trattenuta per accertamenti.  

Suggerimenti