Bassano del Grappa

È morto l'ex senatore Fabris, per 60 anni protagonista della vita politica veneta

È morto lunedì 3 ottobre a 87 anni Pietro Fabris, già sindaco, assessore regionale e senatore, prima con la Dc, poi con Partito Popolare e CDU.
Una recente foto dell'ex senatore Pietro Fabris morto all'età di 87 anni (Foto Ceccon)
Una recente foto dell'ex senatore Pietro Fabris morto all'età di 87 anni (Foto Ceccon)
Una recente foto dell'ex senatore Pietro Fabris morto all'età di 87 anni (Foto Ceccon)
Una recente foto dell'ex senatore Pietro Fabris morto all'età di 87 anni (Foto Ceccon)

È scomparso oggi, lunedì 3 ottobre, a 87 anni, dopo averne segnati 60 della vita politica bassanese, Pietro Fabris, già sindaco, assessore regionale e senatore, prima con la Democrazia Cristiana, poi con Partito Popolare e CDU nella fase di transizione immediatamente successiva a tangentopoli.

Per 60 anni protagonista della vita politica bassanese

Volto notissimo e figura particolarmente attiva in città, dopo essersi ritirato dalla politica, attorno alla metà degli anni ’90, si era dedicato al volontariato e alla promozione culturale, presiedendo l’istituto che governa le case di riposo e il comitato per la storia di Bassano. Finché la salute glielo ha permesso, ha continuato a frequentare la parrocchia di S. Maria in Colle, alla quale era particolarmente legato, e il centro storico, dove amava trattenersi a discutere di politica con i vecchi colleghi di partito, ma anche con i giovani nati dopo la fine della prima repubblica.

Negli ultimi mesi la sua condizione man mano peggiorata lo aveva portato a ridurre i propri impegni. Ieri l’annuncio della scomparsa.

 

Il senatore Pietro Fabris in una foto del 2021 nella sua casa (Foto Ceccon)
Il senatore Pietro Fabris in una foto del 2021 nella sua casa (Foto Ceccon)

 

Il sindaco di Bassano del Grappa: «Persona saggia e autorevole»

«La scomparsa di Pietro Fabris, il senatore Fabris, ci addolora profondamente perché ci lascia una persona saggia, autorevole, prodiga di consigli particolarmente preziosi, sia per la sua lunga esperienza politica che per la conoscenza e l’amore per la sua e nostra città. A Bassano, a Venezia, a Roma, in ogni luogo che lo ha visto rappresentare il nostro territorio e nelle tante associazioni in cui si è impegnato, ha saputo coniugare sapere e pragmatismo. Sempre disponibile all’ascolto di tutti, fautore di progetti che hanno contribuito a delineare la comunità che siamo oggi e a tramandarne la storia, lascia un esempio unico di impegno civico. Il suo ricordo si accompagni alla nostra gratitudine. Ci mancherà. Alla sua famiglia il cordoglio e la vicinanza di tutta la città» scrive in una nota il sindaco di Bassano Elena Pavan.

 

Il senatore Pietro Fabris fu insignito del Premio San Bassiano (Foto Ceccon)
Il senatore Pietro Fabris fu insignito del Premio San Bassiano (Foto Ceccon)

 

Il cordoglio di Zaia per la morte di Pietro Fabris

«Una vita intera dedicata alla politica, dimostrando l’essenza stessa dell’impegno per la collettività e la responsabilità del ruolo istituzionale. Con la scomparsa di Piero Fabris non perdiamo solo un pezzo della storia della nostra Regione ma anche un certo stile di fare politica, intesa come servizio, attenzione a valori e tradizioni, lungimiranza e amore per il proprio territorio”. Con queste parole il presidente della Regione Luca Zaia esprime il proprio cordoglio.

«Un impegno, quello di Fabris, a tutti i livelli di governo e un legame profondo con la sua città che ne hanno fatto un esempio e fino all’ultimo, una voce autorevole a cui dare ascolto. Ai familiari e ai suoi cari porgo le mie più sentite condoglianze» ha concluso Zaia.

 

Lorenzo Parolin