CHIUDI
CHIUDI

13.05.2020 Tags: Noventa Vicentina , Luciano Pastorello , frate Luciano

Addio a frate
Luciano: aveva
retto il Santuario

Fra' Luciano, era stato superiore del santuario Madonna dell'Olmo
Fra' Luciano, era stato superiore del santuario Madonna dell'Olmo

Nelle prime ore del giorno dedicato alla festa di San Leopoldo Mandic, cui era molto devoto, ieri, è mancato padre Luciano Pastorello, 75 anni, frate minore cappuccino che dal 2008 al 2014 è stato superiore del convento del santuario della Madonna dell'Olmo di Thiene. Il Coronavirus si è portato via fra' Luciano dopo 53 giorni di dura lotta nel "Covid hospital" di Trecenta, in provincia di Rovigo. Il religioso è stato ricoverato dopo essere risultato positivo al tampone il 21 marzo e da allora le sue condizioni si sono via via aggravate, altalenando riprese a ricadute, fino alle prime ore della mattinata di ieri quando si è spento. Originario di Noventa Vicentina, da qualche anno si trovava nel convento dei frati cappuccini di Lendinara, in provincia di Rovigo. Il ricordo di don Luciano Pastorello è vivo nel cuore di molti fedeli thienesi e anche del sindaco Gianni Casarotto che ha espresso tutto il suo cordoglio e la sua vicinanza alla comunità dei cappuccini per la grave perdita. «Ricordo bene padre Luciano - ha detto il primo cittadino -. Ed ero informato anche sulle sue condizioni di salute. Mi dispiace molto di questa tragica notizia, perché lo conoscevo e lo stimavo molto. Tante volte mi sono confessato da lui e ha sempre saputo darmi dei consigli che ho apprezzato molto. Era un frate molto portato alla contemplazione e a Thiene si dedicava molto alla cura spirituale delle persone più che alle questioni puramente pratiche». Il cammino di fede ha portato fra' Luciano Pastorello a diventare portavoce dell'Ordine e assistente nazionale dell' Agesci per la branca lupetti e coccinelle dal 1998 al 2004. Ha vestito il saio francescano a soli sedici anni nel convento di Bassano. È stato ordinato sacerdote il 22 marzo 1969 nella parrocchia di Santa Croce di Ospedaletto Euganeo da Girolamo Bortignon, allora vescovo. Dopo la licenza in teologia pastorale nella pontificia università lateranense di Roma nel 1970 e la laurea in pedagogia all'università degli studi di Padova nel 1980, fra' Luciano è stato prudente e attento formatore dei futuri frati cappuccini veneti prima nel seminario di Rovigo e poi nel convento del 'Redentore' a Venezia. 

Valentina Magnarello
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1