DEGUSTIBUS FESTIVAL - SLOWVINO

Tutti a Villa Stecchini: oltre 120 cantine, masterclass e laboratori. E cena di gala di Dimitri

null
null
DeGustibus Festival - Slowino (prima puntata)

Sta entrando nel vivo la macchina organizzativa del primo dei sei eventi che caratterizzeranno il DeGustibus Festival 2022, un viaggio goloso nel vicentino con il patrocinio del Giornale di Vicenza.

SLOWINO A VILLA STECCHINI La prima data sarà l’ultimo week end di maggio, sabato 28 e domenica 29 a Romano d'Ezzelino nella cornice di Villa Stecchini. Si tratta di un’elegante dimora privata costruita ai primi del Seicento dalla nobile famiglia de “Gli Stecchini”, una delle più antiche di Bassano, che ne è ancora la proprietaria. Situata in posizione elevata, è circondata da un parco di 16.000 metri quadrati e da un giardino con una splendida pescheria sulla quale si affacciano la barchessa, la colombaia e una cappella gentilizia. Presenti nei saloni nobili gli arredi: dipinti della scuola del da Ponte e l’unico ritratto di Gemma Donati (moglie di Dante Alighieri).

OLTRE 120 CANTINE PRESENTI La villa ospiterà la seconda edizione di Slowino ad inaugurare il Festival del Giornale di Vicenza, l’evento ideato dalla funambolica proprietaria del Pomo d'oro di Romano d'Ezzelino, Letizia Bonamigo, in collaborazione con Slow Food Bassano del Grappa e Marostica e Castelfranco, Confesercenti, Confindustria, Coldiretti, Confartigianato e con il patrocinio del comune di Romano d’Ezzelino, sarà l'occasione per una due giorni golosa unica nel suo genere, che vedrà la partecipazione di oltre 120 cantine da tutta Italia, vari birrifici, 10 presidi Slow Food, un’ampia area cibo con food truck gourmet, e una zona che ospiterà laboratori di Slow Food e masterclass tematiche animate dalle cantine con degustazioni verticali anche di annate vecchie.

LA CENA DI GALA La sera di sabato ci sarà una esclusiva cena di gala nel parco della villa. Si tratterà anche in questo caso di un evento unico a posti limitati e prenotazione obbligatoria. Il menu della serata sarà curato dallo chef Dimitri Mattiello: A dare il via alla cena di Gala aperitivo con stuzzichini abbinato all’Asolo Prosecco Superiore Docg Extra Brut Millesimato 2020 di Cirotto e allo storico aperitivo Nardini. L’antipasto ci accoglie con un delicato flan di Asiago cotto a bagnomaria al forno, vellutata di asparago bianco e bietola polverosa abbinato al Bianco di Sutto IGT delle Venezie 2020. Un raffinato primo piatto con pasta Mancini ai 5 pomodori, crumble di pane saporito e origano abbinato al Masaccio Verdicchio dei Castelli di Jesi Tenuta San Sisto 2020. Il secondo prevede patata di montagna cremosa allo yuzu con tenero di vitello a bassa temperatura, cappuccio viola e aceto di mela abbinato al Barolo docg Buon Padre Viberti 2016. Conclude la serata una mousse di cioccolato bianco delicato con gelè di moscato e clementine abbinato al Torcolato Azienda Maculan. Posti limitati e prenotazione obbligatoria su www.slowino.it non oltre il 23 Maggio.

Alberto Tonello