Veneto

Studentessa stuprata: accusati cinque calciatori professionisti

Sono accusati di aver abusato di una studentessa 20enne a Verona ma loro, cinque calciatori professionisti, sostengono che il rapporto sia stato consenziente.

La vicenda è finita ieri davanti al gip dell’udienza preliminare e proseguirà il 5 maggio con l’esame di alcuni video estratti dai cellulari di due dei giovani. La studentessa, rappresentata dall’avvocato Federico Lugoboni, ha sostenuto che la violenza di gruppo è avvenuta «al termine di un gioco di carte alcolico». Solo uno dei cinque era conosciuto dalla vittima, perché come lei studente universitario.

L’episodio si sarebbe verificato l’anno scorso a Verona. Dopo averla attirata nell’abitazione di uno di loro, i calciatori (il più giovane ora ha 21 anni e il più vecchio 28), sulla base degli accertamenti della Procura, avrebbero abusato a turno della 20enne, sfruttando il suo stato di alterazione alcolica. Opposta la versione fornita dal gruppo: non ci sarebbe stata alcuna costrizione fisica e i rapporti sessuali sarebbero stati consenzienti.

Suggerimenti