Veneto

Picchiato dalla fidanzata, ma per vergogna finge una rapina

Ha finto di essere stato rapinato e derubato per non raccontare ai genitori di aver avuto un pesante litigio con la fidanzata. La bizzarra vicenda si è verificata a Padova. È venuta a galla in seguito all’intervento del 118, intervenuto per la segnalazione di una rapina, in zona Prato della Valle. Insieme ai medici sono giunti sul posto anche i poliziotti: il giovane, un 25enne, ha detto di essere stato picchiato e rapinato da uno sconosciuto, aggiungendo un particolare inverosimile: che anziché portafogli o denaro, gli erano state portate via le scarpe. Negli stessi istanti una giovane donna pugliese di 30 anni si è presentata al pronto soccorso con ecchimosi, raccontando di essere stata picchiata dal fidanzato in un albergo, dove i due avevano avuto un pesante litigio.

 

Le indagini della polizia hanno portato alla luce la verità: i due si erano incontrati in un albergo a Padova, insieme avevano fatto uso di droghe, poi avevano cominciato a litigare furiosamente; la donna, per ripicca, si era impossessata delle scarpe del fidanzato. Il giovane 25enne ha infine ammesso: aveva inventato la finta rapina perché si vergognava di raccontare la verità ai genitori. È stato denunciato per simulazione di reato e lesioni nei confronti della ragazza. 

Suggerimenti