Romano d'Ezzelino

Azienda bassanese inventa l'ufficio da portare in valigia

La valigia trasportabile (a sinistra) diventa un ufficio (foto a destra)
La valigia trasportabile (a sinistra) diventa un ufficio (foto a destra)
La valigia trasportabile (a sinistra) diventa un ufficio (foto a destra)
La valigia trasportabile (a sinistra) diventa un ufficio (foto a destra)

Si sganciano le prime due gambe, si afferra la maniglia, si sganciano le seconde due. E c'è anche lo schermo da sbloccare, oltre a mouse, tappetino, tastiera. Quarantotto secondi e si può attaccare la spina. È la valigia inventata dall’azienda bassanese Alu da cui esce addirittura un ufficio portatile.

L'incredibile idea è stata messa in pratica da un lavoro di confronto e progettazione collettiva dentro l'azienda di Romano d'Ezzelino che progetta e sviluppa sistemi espositivi per allestire negozi e vetrine di mezzo mondo.

«Abbiamo lanciato una gara nella nostra comunità aziendale - spiega il ceo Abramo Manfrotto - dove c’è una ricchezza di competenze in tutti i campi per pensare a qualcosa di nuovo che non fosse legato al nostro settore, magari partendo da un articolo a magazzino ma per un utilizzo diverso dal nostro business».  E da quel «pozzo di idee» si è “pescato” l'ufficio portatile che ora, dopo un anno, è realtà. Basta ordinarlo all'azienda.
 

Roberta Bassan

Suggerimenti