Dino & Simo
Finalmente
dall'Iran
arriva l'ok

Dino e Simone, una pausa durante l'attraversamento del Kurdistan
Dino e Simone, una pausa durante l'attraversamento del Kurdistan

Un po' di fortuna (e tanta pazienza) per Dino & Simo, che inaspettatamente hanno ottenuto i visti per entrare in Iran e abbandonano quindi la Georgia, in cui si erano avventurati nell’ipotesi di aggirare il paese di Ahmadinejad dopo il primo "no" secco al loro passaggio.

Ora, dalla capitale georgiana Tbilisi, si apprestano a “tagliare” per l’Armenia alla volta della terra persiana. Nelle ultime loro tappe in Kurdistan e poi in Georgia, i due ciclisti sono comunque rimasti colpiti dalla gentilezza delle popolazioni incontrate che, nonostante le difficoltà linguistiche, li hanno sfamati, ospitati e festeggiati in innumerevoli occasioni. Inoltre, appena giunti in Georgia, non hanno infatti mancato di sottolineare con simpatia: «Le donne ora ci salutano, in Turchia si giravano dall'altra parte. Yahoooo!».

Nel frattempo continuano a ricevere sostegno morale ed affetto dai 1733 iscritti al loro profilo Facebook, che li incoraggiano a tener duro e andare sempre più avanti. Nonostante guai tecnici e fatiche, ma anche qualche difficoltà nei rapporti fra di loro. Alti e bassi, insomma, ma guai smettere di pedalare.

# Sposta il focus sul parent