Il dramma di Camilla

«L’acqua invadeva
l’auto, ho visto
Davide morire»

.
La vittima Davide Pilotto, 22 anni, e Camilla Marcante.
La vittima Davide Pilotto, 22 anni, e Camilla Marcante.

Il dramma di Camilla. La tragica morte di Davide con l'acqua del torrente Orolo che un po’ alla volta invade l’abitacolo dell’Opel Insignia dove i due ragazzi, Davide Pilotto e Camilla Marcante, sono incastrati. Lei, sul sedile posteriore, che riesce a mantenersi al di sopra del pelo dell’acqua con la testa schiacciata contro il pianale in attesa dei soccorsi. Sono le 5.45 di mercoledì 5 agosto. L'auto uscita di strada è cappottata nel torrente in strada di Lobia, al confine tra Vicenza e Rettorgole.

«Chiamavo Davide con tutte le mie forze, chiedevo aiuto disperata ma non potevo fare nulla perché era buio e l’acqua sommergeva tutto. Ero in trappola, ma non volevo morire». Camilla parla dal letto dell’ortopedia del San Bortolo. Il suo non è solo un brutto incubo che riaffiora, ma un tragico fatto di cronaca che ha spezzato la vita di Davide, un ragazzo di 22 anni da sei mesi padre, con il quale aveva trascorso la serata assieme ad altre due amiche. Ma che segna anche l'esistenza di Camilla, che di anni ne ha 24.

La ragioniera di Rettorgole di Caldogno sarà operata questa mattina per la riduzione della frattura a un femore. La ragazza sopravvissuta alla tragedia avrebbe dovuto essere ascoltata su delega del magistrato che ha aperto un fascicolo sulla tragedia. Ma per lei non è ancora arrivato il momento.

Ivano Tolettini