CHIUDI
CHIUDI

14.06.2019

Schianto nel tunnel L’auto si ribalta Paura e due feriti

L’auto ribaltata all’interno del tunnel Schio-Valdagno: è il secondo incidente in poco più di due mesi
L’auto ribaltata all’interno del tunnel Schio-Valdagno: è il secondo incidente in poco più di due mesi

Nuovo schianto all’interno del tunnel Valdagno-Schio a distanza di meno di tre mesi. E si riaccende la lampadina rossa per garantire maggior sicurezza all’interno del traforo. Ieri, poco dopo mezzogiorno, una Fiat Punto con a bordo due donne, per cause ancora in corso di accertamento da parte della polizia locale “Valle Agno” intervenuta per i rilievi, secondo una prima ricostruzione è sbandata sulla propria destra andando a cozzare contro la parete, e quindi è stata lanciata sulla corsia opposta di marcia arrestando la propria corsa su un fianco. Fortunatamente dall’altra parte in quell’istante non è sopraggiunto alcun veicolo altrimenti le conseguenze avrebbero potute essere ben più gravi. Alla guida dell’auto, che stava viaggiando in direzione di Schio, c’era K.L.L., 31 anni, con a fianco la madre, E.T. 57 anni, entrambe di origini liberiana e residenti a Valdagno. Nell’impatto sono esplosi gli air-bag che hanno limitato le conseguenze per le due donne, uscite autonomamente dall’abitacolo. Sul posto è accorsa una squadra di vigili del fuoco del vicino distaccamento di Schio che ha provveduto a mettere in sicurezza la Fiat Punto. La coppia di feriti è stata presa in cura dal personale del Suem 118 e portati in ospedale: per loro le conseguenze sono state minime. Come dire, miracolate. Nel frattempo la polizia locale “Valle Agno” ha provveduto a bloccare l’ingresso del tunnel ai veicoli disponendo pattuglie ai varchi d’accesso, e analogo comportamento è stato tenuto dai colleghi della Val Leogra. Durante le operazioni di soccorso il traffico in galleria è rimasto bloccato in entrambe le direzioni per circa due ore. Rimossa con un carro-attrezzi la vettura, alle 14 il tunnel è stato riaperto. Gli agenti del comandante Daniele Vani hanno richiesto le immagini a Vi.abilità, la società partecipata dalla Provincia che gestisce il traforo, per fare piena luce sulla dinamica dell’incidente. I comandi della valle dell’Agno e della Val Leogra non sono infatti ancora collegati. Ma lo saranno a breve. Dopo lo scontro frontale dello scorso 25 marzo tra un’auto ed un camion, sia il sindaco di Valdagno che quello di Schio si erano rapportati con la Provincia. «Stamattina – ha dichiarato Giancarlo Acerbi - ho sentito Francesco Rucco e mi ha confermato che i fondi sono già stanziati. Entro la fine dell’anno è prevista l’installazione di un “Tutor” nel tunnel per monitorare la velocità dei veicoli. Anche l’illuminazione sarà oggetto di rifacimento. Previsto anche il collegamento delle telecamere con i comandi di polizia locale». L’investimento complessivo, come comunicato dagli uffici della Provincia, s’aggira sul milione di euro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1