Costabissara

Spunta un nuovo pedinatore seriale. La polizia gli dà la caccia

A Costabissara spunta un nuovo pedinatore seriale. Dopo che la polizia locale ha fermato un vicentino di 60 anni, sarebbe emersa la presenza di una seconda persona che, come lui, seguiva i ragazzini del paese. Gli elementi presi in esame dagli agenti sembrano infatti condurre ad un'altra persona che però non si sarebbe limitata al semplice pedinamento. Lo sconosciuto, infatti, si sarebbe spinto ad azioni che possono essere sanzionabili, anche se sul punto gli inquirenti sono quanto mai abbottonati. La pista che stanno seguendo gli agenti sarebbe quella giusta e nel giro di qualche giorno la speranza è di dare un nome anche al secondo.

«Abbiamo individuato subito il primo pedinatore, una persona che non ha al momento denunce, ma che stiamo monitorando - è quanto si precisa dalla polizia locale dell'Unione dei Comuni, con gli accertamenti affidati al vice comandante Achille Costa -. Quando nei giorni scorsi abbiamo ascoltato i genitori che sono venuti a spiegare quello che era successo ai loro figli ci siamo resi conto che in realtà si tratta di due individui diversi, che però hanno agito nella stessa zona. Quindi possiamo dire che ci sono stati degli altri episodi che non si riferiscono alla persona che è stata individuata per prima, ma a un'altra. Sono in corso gli accertamenti».

Il lavoro degli agenti è continuo in questi giorni e anche la preoccupazione dei genitori è grande. A Costabissara non si parla d'altro e anche il sindaco è intervenuto consigliando ai genitori di non scrivere sui social, ma di rivolgersi direttamente alle forze dell'ordine. La prima segnalazione è del 3 luglio, quando una mamma ha chiesto aiuto su internet, seguita da altri post di altri genitori. I ragazzini venivano seguiti da un uomo sulla sessantina in bicicletta. Dopo le verifiche, i vigili hanno identificato un pensionato vicentino; ora sono a caccia anche del secondo pedinatore, che potrebbe avere le ore contate.

Valentina Magnarello