<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Il ristorante

Nella Locanda Baggio la storia della cucina trevigiana e moderna

di Giulia Gavagnin

LOCANDA BAGGIO
via Bassane 1, Casonetto (TV)
TELEFONO 0423.529648
PIATTO Finto risi e bisi
COSTO menu degustazione 85 e 100 euro
CHIUSO Domenica sera e lunedì

 

Dal 1950 i Baggio sono un'icona della ristorazione trevigiana. Nonno Orfeo e papà Albano si fanno conoscere come i re dei catering ante litteram dei matrimoni che contano. Il figlio Ermengildo detto Nino eredita la passione, diventa sommelier ed esercita l'arte enoica in Francia alla corte dei Troisgros. Nel 2010 con la moglie Antonietta si trasferisce ai piedi della cittadina, nella locanda di famiglia. Da un paio d'anni hanno assoldato in cucina un asso: Ivano Mestriner, chef talentuoso e meditativo. Già stellato come enfant prodige a Badoere, ha sempre lasciato ricordi importanti. Giunto alla maturità espressiva, ha trovato uno stato di grazia e propone una cucina materica attenta alla ricchezza del territorio e agli stilemi della haute cuisine. Lo chef ama i sapori decisi, proponeva la "Frattaglialonga" quando il quinto quarto non era di moda. Si avvale di un fattore che gli fornisce erbe spontanee e improvvisa, così, un cuore di vitello grigliato con barbe di capra. Alcuni esempi della sua creatività? La capasanta di Caorle, con crumble, cavolfiore e mango; un "finto" risi e bisi dove i chicchi sono sostituiti da seppia cruda a dadini, un fegato alla veneziana stravolto da sogno. La carta vini di Enrico Baggio è degno complemento della cucina.