<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Novità

Lo stracchino locale gioca la carta della tutela ambientale

di Giovanna Romeo

Ciò che non cambia è l'alta qualità del formaggio veneto lavorato con metodo artigianale seguendo le ricette tradizionali, per il resto c'è aria di novità in casa del caseificio Fratelli Castellan che ha avviato un nuovo rapporto non solo con i consumatori ma con l'intera filiera agricola, produttiva e distributiva. Nel Caseificio di Ponte di Piave prende il via una nuova Vision, che punta a rafforzare il patrimonio di valori: dalla promozione di una corretta alimentazione e di un sano stile di vita a rinvigorire l'attenzione al territorio e alla sostenibilità. E l'emblema di questa svolta è il prodotto simbolo del caseificio lo stracchino artigianale Fratelli Castellan è il prodotto di punta dell'impresa, lavorato con latte fresco proveniente dalle stalle del Triveneto, seguendo la ricetta tradizionale che conferisce il caratteristico sapore del latte, la dolce morbidezza e un gusto avvolgente. Il nuovo packaging creato da Chiani Design Boutique preserva la bontà e il profumo dello stracchino. Il caseificio prosegue l'esperienza della storica "Latteria turnaria" di Ponte di Piave del 1919, una di quelle latterie che già alla fine dell'800 si erano diffuse in Triveneto e che puntavano a lavorare il latte degli allevatori soci. L'allevatore decideva poi se ritirare i formaggi e venderli o lasciarli vendere allo spaccio. Un "cooperativismo di comunità", che riuniva le competenze di filiera, con gli allevatori, i maestri casari e i venditori, con il valore della comunità e del territorio.