Il 28 e 29 maggio a villa Stecchini a Romano d'Ezzelino

Presentata Slowino, la due giorni di degustazioni. Cena di gala il sabato

DeGustibus Festival - Slowino (terza puntata)

E' stata presentata questa mattina la prima edizione di SloWino. La dimora dei saperi e dei sapori, una due giorni imperdibile che si svolgerà il 28 e 29 maggio, una due giorni per promuovere le eccellenze enogastronomiche italiane, a Villa Stecchini a Romano d'Ezzelino. SloWino è la manifestazione che mette al centro le tipicità enogastronomiche e il loro valore. Fedele ai principi Slow Food, SloWino vuole diffondere la conoscenza di prodotti alimentari di eccellente qualità. Un patrimonio culturale che rappresenta storia, territorio e tradizioni da preservare e valorizzare.

Un ricco programma di eventi dedicati alla vera cultura del cibo, che inizierà sabato 28 maggio alle 11 con il convegno “Sostenibilità sociale ambientale ed economica”. Letizia Bonamigo e il giornalista Alberto Tonello modereranno gli interventi dell’enologo bassanese Roberto Cipresso, Remo Pedon, presidente di Pedon spa, azienda italiana leader nel mercato dei legumi, cereali e semi, Angiolino Maule, vignaiolo titolare dell’azienda Biancara, specializzata nella produzione di vini naturali, Sara Cecchetto, responsabile sostenibilità dell’Azienda Agricola Cecchetto, vincitrice del “Premio speciale giovane imprenditore”, Fabio Simoni, fondatore del Birrificio Bionoc’.

In contemporanea si potrà vivere un viaggio nel mondo del vino, della birra, dei distillati e dei rari Presidi Slow Food, degustando prodotti di altissima qualità di oltre 150 produttori provenienti da tutta Italia, assaggi liberi da oltre 100 cantine.

I più appassionati potranno partecipare alle 10 masteclass guidate da esperti del settore e vivere un’esperienza unica: I lustri dell'Amarone, Condotta da Andrea Lonardi direttore operativo Bertani Domains; 50 Sfumature di rosa con Mattia Vezzola; Verticale Sangiovese con l'enologo Roberto Cipresso; Terlano Verticale; Orizzontale Barolo con l'Azienda G.D. Vajra; Majolini: annata 2018 con Giovanni Majolini; Il mondo dei sidri con Marco Manfrin primo sommelier d’Italia; Olio extra vergine d'oliva, con Mauro Paquali; I vini di Michel Rolland con l'Azienda Arnaldo Caprai; Verticale Durello con Tanita Danese titolare dell'Azienda Fongaro.

Esperienze sensoriali dedicate a tutti coloro che desiderano scoprire o approfondire le caratteristiche distintive di una particolare produzione vitivinicola, guidati assaggio dopo assaggio da professionisti di spicco del settore.

Un’opportunità preziosa per ampliare il proprio bagaglio di conoscenze e creare un contatto diretto, vero e duraturo con i produttori.

Gli ideatori dell’evento sono l’Enoiteca Pomo d’Oro e Slow Food Bassano del Grappa e Marostica capitanati da Letizia Bonamigo, vulcanica imprenditrice impegnata da sempre nella diffusione della cultura del cibo.

“E’ un sogno che si realizza – spiega Letizia Bonamigo – riuscire a creare un evento dove si potranno degustare le grandi eccellenze del nostro territorio italiano. Forti di oltre 30 anni di esperienza, siamo certi sia fondamentale, sempre di più, valorizzare i prodotti della terra, promuoverli nel giusto modo attraverso eventi sulla cultura del cibo.”

Il programma prevede per tutto il weekend anche l’orto didattico, i giardini sensoriali, una mostra d’arredo per giardini, una mostra d’auto d’epoca con la partecipazione del Garage Bonfanti, un’area Food Truck e per i più piccoli l’Elfo park e tanti altri intrattenimenti.

In collaborazione con il festival De Gustibus e in partnership con Il Giornale di Vicenza il sabato 28 maggio verrà proposta una Cena di Gala, un evento esclusivo firmato dallo Chef Dimitri Mattiello (posti limitati, acquistabili sul sito di slowino.it).

SloWino è un’esperienza da non perdere a partire dalla location: Villa Stecchini di Romano d’Ezzelino (VI) è accogliente, prestigiosa, elegante.

Costruita dall’abate Jacopo Stecchini nel 1672, è una delle poche ville venete rimaste che è tuttora abitata dalla famiglia che l’ha realizzata. L'esterno della Villa presenta un parco di 16.000 mq, un rigoglioso giardino con una splendida peschiera, una barchessa, una colombaia e una cappella gentilizia, consacrata.

Al suo interno, invece, custodisce delle opere d'arte preziose: su tutte due dipinti di Jacopo Da Ponte e l’unico ritratto di Gemma Donati - moglie di Dante Alighieri.

Oltre a questo potrai trovare alcune sculture della Scuola del Canova e una collezione privata della Scuola di Pittura Veneta, fondata a Venezia nel ‘500.

Il luogo perfetto per degustare le eccellenze enogastronomiche italiane, immersi tra arte, natura e storia.

La manifestazione si terrà il 28 maggio 2022 dalle ore 11.00 alle ore 20.00 e il 29 maggio 2022 dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Questa mattina in conferenza stampa dopo i saluti del sindaco Simone Bontorin sono intervenuti Letizia Bonamigo dell’Enoiteca Pomo d’Oro e presidente Confersercenti Basssano del Grappa, Flavio Convento presidente di Cescot Veneto e il giornalista Alberto Tonello per DeGustibus, il progetto enogastronomico del Giornale di Vicenza.

SloWino è patrocinato dal Comune di Romano d’Ezzelino e supportato da Confesercenti del Veneto Centrale, Villa Stecchii, Slow Food della Castellana, Slow Food Valsugana Lagorai, Cescot Veneto, Il Giornale di Vicena, De Gustibus, Cancuaroli della Terra di Baffano, AGB, Costenaro Assicurazioni, Confindustria Vicenza, Frigo System, Mevis, Banca del Veneto Centrale, Panificio Rizzato, Terra Prava e Birra Ingross.

Tutte le info per l’acquisto dei biglietti su www.slowino.it.