Confraternita

La corniola si rinnova e rilancia la festa. Fine settimana d'agosto con una cena di gala

La Confraternita della corniola cornedese torna a farsi sentire dopo il periodo di pandemia con ritrovato entusiasmo ed un nuovo direttivo, ma anche riproponendo la festa della corniola e lanciando al Comune una suggestiva richiesta. Fondata nel 2016 dopo qualche anno di attività, la confraternita (regolarmente iscritta alla F.I.C.E - Federazione Italiana Cenacoli Enogastronomici) si è recentemente ritrovata votando il nuovo consiglio che propone alcune conferme, ma anche delle novità. Confermata la figura del presidente, il Gran Maestro Germano Fontebasso, che avrà come vice la new entry Martino Montagna, ex sindaco, promotore del rilancio del frutto selvatico simbolo di Cornedo e del riconoscimento di prodotto a denominazione comunale De.Co. Segretario è Liliana Martini mentre i consiglieri sono cinque con deleghe diverse: Bruno Benetti tesoriere, Daniele Nizzero coordinatore eventi, Giovanni Coronin rapporti con la F.I.C.E., Alberto Manfron maestro di vivanda, Bruno Salvadore maestro di cantina.

LA FESTA
Il rinnovo delle cariche rappresenta un nuovo impulso per la confraternita che quest'anno punta a riproporre la propria festa dedicata all'antica bacca che si terrà in centro a Cornedo nel weekend dopo ferragosto da venerdì 19 a domenica 21.I dettagli sono in via di definizione ma le indiscrezioni parlano di una cena di gala che aprirà gli eventi venerdì sera e una due giorni ricca di appuntamenti all'insegna della musica, del ballo, dell'intrattenimento e, ovviamente, della gastronomia incentrata sulla corniola con particolari ricette, dal salato al dolce. «La confraternita - fa sapere il Gran Maestro Germano Fontebasso - si è ufficialmente complimentata con il sindaco e l'amministrazione comunale di Cornedo per l'ottenimento del titolo onorifico di "Città" conferito dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Tra le varie motivazioni il presidente Mattarella fa anche un diretto riferimento al simbolo, la pianta del corniolo e i suoi frutti, le corniole.

LA NUOVA SEGNALETICA
Per questo motivo abbiamo presentato la richiesta ufficiale, depositata al protocollo, di installare nei luoghi preposti e più significativi della viabilità di competenza, nuovi cartelli stradali con la dicitura "Benvenuti a Cornedo città della corniola". In questo modo non solo si legherebbe ancora di più il territorio al proprio prodotto a Denominazione Comunale (unico e non condiviso con altri comuni) ma si andrebbe anche ad uniformarsi a tanti altri paesi e città che, con orgoglio, mettono in evidenza il prodotto a cui sono legati nei cartelli stradali di benvenuto, vedasi ad esempio Sandrigo».