L'iniziativa

Panetthon benefico: due vicentini in gara

Due vicentini in lizza l’1 dicembre tra i 12 i finalisti della quinta edizione di Panetthon, la sfida  che mette a confronto l'eccellenza dei panettoni artigianali prodotti in Veneto per uno scopo benefico. Sono stati scelti al termine di una degustazione alla cieca su panettoni proposti da 26 concorrenti. In finale ci saranno la  Pasticceria Golosità di Bassano del Grappa e la Pasticceria Chiosco di Lonigo.
Nonostante le restrizioni Covid, non si è rinunciato all’idea solidale di aiutare tramite la onlus Amici di Adamitullo i Padri Salesiani che operano in Etiopia tra i mille alunni della Missione ad Adamitullo, villaggio a tre ore d’auto da Addis Abeba.  Gli organizzatori, capitanati dall'oculista gourmet Daniele Gaudioso, hanno deciso di confermare il goloso appuntamento anche quest’anno. In lizza pasticcerie, ristoranti e  attività commerciali che realizzano panettoni “Panettone Artigianale Milano” senza emulsionanti (E471). Quelli presentati al concorso sono uguali a quelli venduti al pubblico. La serata finale non sarà in presenza di pubblico, che votava come giuria popolare, ma solo della giuria tecnica: giornalisti, sommelier,  pasticcieri e per i cuochi nella prima selezione Giancarlo Perbellini, chef veronese due stelle Michelin. La finale si svolgerà a Padova il primo dicembre alle 18.30.

I pasticceri si sono impegnati a devolvere agli Amici di Adamitullo una parte di quanto ricavato dalla vendita dei panettoni in vista del Natale. I finalisti sono, oltre ai due vicentini: Panificio Antichi Sapori Verona; Pizzeria Arrigoni & Basso Zero Branco, Tv; Pasticceria Bacelle Galzignano Pd; Pasticceria Belvedere, Padova; Pasticceria Centeleghe, Farra d’Alpago, Bl; Pasticceria Fabris,Fontanelle, Tv; Laboratorio Fiko, Massanzago, Pd; Pasticceria Gardellin, Curtarolo, Pd; Pasticceria Le Sablon, Padova; Pizzeria Saporè, San Martino Buon Albergo, Vr.