CHIUDI
CHIUDI

13.01.2019

Ammalarsi di smog
Asma e bronchiti
3600 casi all'anno

Asma e bronchiti peggiorano con lo smog (ARCHIVIO)
Asma e bronchiti peggiorano con lo smog (ARCHIVIO)

VICENZA. Almeno 3.600 pazienti all’anno vengono ricoverati all'ospedale "San Bortolo" con crisi respiratorie dovute a smog. Asfissia per colpa delle allergie è il referto: si tratta di patologie che vengono sensibilmente accelerate da un’aria pesantemente inquinata che contribuisce a portare gradualmente una percentuale di persone verso malattie sempre più gravi.

«Le polveri sottili - spiega il primario di pneumologia dell’ospedale Giuseppe Idotta – sono direttamente correlate alla riacutizzazione delle bronchiti croniche e all’accentuazione del rischio di tumori polmonari». Per il cancro ai polmoni, anzi, c’è un dato certo: «L’aumento delle Pm2.5 - dice il dott. Idotta - ha fatto crescere dell’8% l’incidenza di queste neoplasie.»

 

Non solo, però, l’ombra del cancro. Al di là delle forme acute fastidiose che si possono curare e dalle quali si guarisce con l’aerosol e il cortisone, pure bronchiti croniche, enfisemi, e la Bpco, la broncopneumopatia cronica ostruttiva che somma queste due patologie, vale a dire patologie che restano addosso per sempre. «È ormai dimostrato - osserva il dott. Idotta - . Le polveri sottili minamo la qualità della vita».

 

Il problema riguarda tutte le età, ma a soffrire sempre più pesantemente dello smog sono i giovani: «In questi giorni - dice il dott. Francesco Corà, primario del pronto soccorso del "San Bortolo" - ne arrivano molti in pronto soccorso. Virus influenzali, agenti batterici e aria malata formano un cocktail velenoso».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1