CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.12.2017

Opere per 6,5 milioni e una nuova palestra

L’assessore Zorzan, il sindaco Casarotto e l’assessore Samperi.  A.D.I.
L’assessore Zorzan, il sindaco Casarotto e l’assessore Samperi. A.D.I.

Alessandra Dall’Igna Con un investimento di oltre 6,5 milioni di euro, nel 2018 l'Amministrazione Casarotto punta a dare risposte al mondo scolastico, sportivo e culturale di Thiene. L'ambizioso piano delle opere pubbliche, che nel triennio raggiungerà il valore complessivo di 12 milioni 300 mila euro, segna un consistente cambio di passo per il Comune che nell'ultimo quinquennio ha potuto lavorare quasi esclusivamente sulle manutenzioni del patrimonio senza poter progettare opere significative. Un cambio di marcia reso possibile «dalla riforma del patto di stabilità avviata l’anno scorso e dalla vendita di Pasubio Group, che hanno aperto nuove possibilità di investimenti significativi e superiori a quelle degli anni precedenti» come precisa l'assessore al bilancio Alberto Samperi. Nel 2018 le spese più rilevanti saranno l'acquisto dell'immobile delle scuole medie Ferrarin dalla Provincia, per un importo di oltre 2 milioni di euro, e la messa in cantiere della nuova palestra di via San Gaetano, per un costo complessivo di 4 milioni 350 mila euro, di cui tre milioni e mezzo di euro finanziati attraverso il mutuo. Gli altri interventi importanti riguarderanno il recupero del piano terra di Palazzo Cornaggia, per creare il museo della Resistenza (400 mila euro), il nuovo archivio comunale in via 1° Maggio (350 mila euro), ricavare un ulteriore alloggio e il consolidamento statico all’edificio “Ex Amatori Maria” (150 mila euro), la nuova pista ciclabile di via Marconi (245 mila euro) e il collegamento ciclopedonale alle scuole superiori (100 mila euro), la riqualificazione del Parco del Bersagliere (100 mila euro), l'adeguamento degli spogliatoi alle palestre Vianelle (75 mila euro), il nuovo parcheggio antistante le scuole di Rozzampia (60 mila euro). «Il piano 2018 - dichiara Andrea Zorzan, assessore ai lavori pubblici - conferma gli indirizzi degli anni precedenti, ovvero realismo e concretezza, con l’apertura di una finestra sul futuro iniziando l’iter del recupero del patrimonio esistente, penso a Palazzo Cornaggia e all’ex edificio Amatori e alle risposte al mondo scolastico e sportivo, con l’avvio del percorso che ci porterà alla nuova palestra comunale». «Dal punto di vista economico finanziario abbiamo la possibilità di effettuare un cambio di passo - commenta il sindaco Gianni Casarotto - progettando e realizzando anche grandi opere, come la palestra scolastica, mentre lo scorso mandato siamo stati costretti a lavorare principalmente sulla messa in sicurezza del bilancio e alle indispensabili manutenzioni del patrimonio comunale, senza possibilità di fare interventi di grande respiro e di ampia visibilità. Nei prossimi anni potremo continuare a dedicarci ad interventi significativi per la città, come la ristrutturazione dell’Istituto Musicale, il recupero completo di Palazzo Cornaggia e investimenti per il miglioramento delle strutture sportive». Non rientra nel piano delle opere pubbliche, anche se lo è agli effetti pratici, la sistemazione dell'area adiacente alla stazione ferroviaria che, per la sua centralità, riveste particolare importanza e rappresenta comunque un’opera molto utile per la città. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1