CHIUDI
CHIUDI

21.12.2018

Scuola e viabilità, l’eredità per il 2019

L’assessore Masiero in primo piano e sullo sfondo il sindaco.  L.N.
L’assessore Masiero in primo piano e sullo sfondo il sindaco. L.N.

Scuole e viabilità. Sono i punti cardine del piano delle opere pubbliche di Arzignano 2019, da 3 milioni 309 mila euro di investimento, approvato con il bilancio di previsione in consiglio comunale dalla maggioranza, con i voti contrari di Michele Carlotto e Nicolò Panarotto della civica “Peretti Sindaco”. Un piano in cui spiccano l’adeguamento antisismico della primaria Fogazzaro per 775 mila euro con contributo regionale di oltre 500 mila (in fase di assegnazione la progettazione definitiva ed esecutiva) e altri 320 mila euro per l’adeguamento strutturale della media Motterle. «Ma sono numerose le opere previste», ha precisato l’assessore al bilancio Riccardo Masiero, ricordando anche gli interventi previsti nelle frazioni: al ponte di San Zeno, 300 mila, a cui si aggiungono altri 200 mila per la passerella ciclopedonale in prossimità dello stesso; 450 mila per il percorso ciclopedonale di Costo e 250 mila per i nuovi spogliatoi al campo di Tezze. Oltre ad asfaltature, 300 mila in città e 100 mila nelle frazioni, e 274 mila euro di interventi di manutenzione del patrimonio pubblico. «Grazie al contenimento dei mutui, anche nel 2018, abbiamo ottenuto un cospicuo finanziamento per la realizzazione del campo in erba sintetica, con tasso pari a zero, dal credito sportivo», ha aggiunto Masiero. Nel bilancio di previsione, da 31 milioni di euro, vengono confermate le aliquote Imu «invariate dal 2015», ha precisato Masiero, e Tasi, così come l’addizionale Irpef allo 0,8% mentre la tassa sui rifiuti, come preannunciato, si riduce per le famiglie ma anche, in parte, per le utenze non domestiche. La spesa totale dai 2 milioni 700 mila euro dello scorso anno scende a 2 milioni 350 mila per il 2019 e il risparmio, «frutto della contrattazione con Agno Chiampo Ambiente» ha spiegato il presidente del consiglio Enrico Marcigaglia, si traduce in un beneficio per i cittadini. «Da simulazioni per un appartamento tipo da 80 metri quadrati con garage/cantina da 25 metri quadri - ha continuato Marcigaglia - una persona che spendeva 64 euro scende a 52; due persone da 116 a 91 euro; tre persone da 145 a 114 euro e una famiglia numerosa con cinque componenti pagherà 174 euro anziché 225. Un risparmio medio, in definitiva, del 22%. Abbiamo inoltre introdotto una riduzione del 5-6% anche per le utenze non domestiche. Ad Arzignano il costo medio annuo a persona è quindi di 40 euro». Piano tariffario che conferma il bonus bebè, ovvero i bambini fino ai due anni non vengono conteggiati come quota persona. Sul rischio di riduzione dei servizi a fronte dei risparmi, sollevato dalle opposizioni, nessun cambiamento. «Anzi - ha continuato Marcigaglia - ci sarà anche un passaggio straordinario settimanale per circa 60 ditte della zona industriale e per le utenze commerciali del centro e su 23 campane del vetro, tra le 79 totali, saranno raddoppiati gli svuotamenti settimanali. Inoltre abbiamo raggiunto l’ottimo risultato, certificato dall’Arpav, del 78% di differenziata». In bilancio per le entrate tributare locali è previsto un gettito di 14 milioni di euro. «Ma altri 4 milioni di Imu e un milione 260 mila di fondo di solidarietà andranno direttamente allo Stato - ha aggiunto l’assessore Masiero - e significa che quasi il 40% dei tributi vengono trattenuti da Roma. Ma nessuna variazione di imposte e nemmeno di tariffe per i servizi asili nido, mense, trasporti scolastici». Bilancio di previsione che vede 3 milioni 500 mila euro per politiche sociali e famiglia, un milione per politiche giovanili e sport e 700 mila per la valorizzazione di beni e attività culturali. L’investimento per l’istruzione si attesta su 2 milioni 500 mila, con circa 800 mila in conto capitale sui plessi scolastici; all’ordine pubblico e alla sicurezza circa un milione 600 mila euro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1