<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Vicenza

Vigili del fuoco, 17 interventi al giorno nel Vicentino. «Presto il progetto per la nuova sede»

In un anno svolte 6.200 missioni di soccorso in primis per incendi. «A breve l’acquisto del suolo poi sarà pronto il progetto»

Incendi, incidenti stradali, ricerche persone e danni causati dall’acqua. Nell’ultimo anno i vigili del fuoco vicentini hanno effettuato circa 6.200 interventi, con una media di 17 al giorno. Senza contare le missioni in altre regioni, come quelle in Emilia Romagna in occasione della devastante alluvione della scorsa primavera. Numeri in linea con gli anni precedenti che, per il comandante provinciale Andrea Gattuso, dimostrano da una parte la professionalità dimostrata dal personale in servizio alla caserma di via Farini e nei vari distaccamenti della provincia, ma anche «la grande attività di prevenzione fatta a servizio della sicurezza e della collettività».

Santa Barbara, la festa dei vigili del fuoco

I dati sono stati forniti ieri, in occasione della ricorrenza di Santa Barbara, Patrona dei vigili del fuoco. Scendendo nello specifico, dall’1 dicembre 2022 al 30 novembre di quest’anno i pompieri hanno svolto 1.040 missioni per incendi, 550 per incidenti stradali, 230 per danni d’acqua, 1.900 per aperture porte, 550 per soccorrere persone e 190 per ascensori bloccati. Il comando ha inoltre partecipato a 17 ricerche di persone scomparse in seguito all’attivazione del piano provinciale da parte della prefettura.

Il numero di incendi in base alla popolazione è basso

«Il numero degli incendi registrati nel corso dell’anno è sicuramente basso in rapporto alla popolazione della provincia e all’elevato numero di insediamenti industriali, artigianali e commerciali e di attività civili quali alberghi, scuole, strutture sanitarie, locali di pubblico spettacolo e impianti sportivi. Segno concreto e tangibile che l’attività di prevenzione incendi, vigilanza e formazione sulla sicurezza è particolarmente efficace», ha sottolineato il comandante. 

L'attività di prevenzione incendi

In tema di prevenzione incendi, nell’ultimo anno, sono stati trattati circa 7.500 procedimenti, rilasciati 430 pareri di conformità su progetti di attività, acquisite circa 990 segnalazioni di inizio attività, effettuati 410 sopralluoghi di verifica e rilasciati 3.400 rinnovi periodici. I pompieri vicentini hanno poi assicurato la loro presenza a più di 200 riunioni delle commissioni di pubblico spettacolo nei vari comuni della provincia e in prefettura per la valutazione delle condizioni di sicurezza nelle tante manifestazioni che si sono svolte sul territorio.

I presidi di vigilanza

«Abbiamo effettuato 350 servizi di vigilanza, a tutela delle persone e per la preservazione dei beni, nei teatri Olimpico e Comunale, allo stadio e alla Fiera di Vicenza. I percorsi di formazione in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro per aziende e attività varie, svolti nell’anno dal comando, con circa 20 corsi di formazione e aggiornamento e 140 sedute di esame, hanno consentito di formare 290 addetti antincendio e rilasciare 1.840 attestati di idoneità tecnica», ha spiegato Gattuso. Che ha aggiunto: «È stato un anno impegnativo. I vigili del fuoco lavorano tutti i giorni in emergenza, sono impegnati 24 ore su 24 per garantire il soccorso tecnico urgente, ma facciamo anche tantissima attività di prevenzione incendi. Questa attività, assieme alla vigilanza che facciamo nei locali di pubblico spettacolo e all’impegno nella formazione, è certamente importante per ridurre il rischio». 
E poi c’è il grande apporto dell’Associazione nazionale vigili del fuoco, che «nell’ultimo anno ha assicurato 31 progetti di casa e scuola sicura, l’assistenza a numerose prove di evacuazione in vari istituti scolastici e la collaborazione con il comando in occasione dell’apertura delle sedi alle scolaresche».

I cronici problemi di organico e di mezzi

L’impegno profuso dai vigili del fuoco assume ancora più valore se messo in relazione con i problemi di organico. «A livello di automezzi, tutto sommato, stiamo abbastanza bene - puntualizza il comandante provinciale dei vigili del fuoco -. Stiamo cercando di colmare la carenza di personale. Con gli ultimi concorsi abbiamo avuto tre nuovi ispettori e ne avremo altri. In questo momento, mancano circa 30 capisquadra e altre 20 unità di personale amministrativo».

Il progetto per una nuova sede

I vigili del fuoco vicentini stanno però aspettando da tempo anche una nuova sede. «Ci stiamo lavorando - assicura Gattuso -. Contiamo di definire l’iter di acquisizione del suolo nei primi mesi del prossimo anno e da lì inizierà il nuovo progetto. La nostra nuova sfida per il prossimo anno è proprio quella di avviare le procedure per la progettazione della nuova sede». A Foro Boario? «In questo momento non posso ancora dirlo, perché ci sono diverse ipotesi aperte tra cui quella di Vicenza est, ma non è l’unica. Ci stiamo lavorando da sei mesi, ma c’è stato qualche impedimento», conclude. 

Valentino Gonzato

Suggerimenti