Thiene

Operazioni anti degrado: controllati l'ex hotel La Torre e il "Torrino"

Si è conclusa nella tarda serata di ieri una ulteriore fase delle operazioni di controllo ordinate dal questore di Vicenza, Paolo Sartori. Le operazioni di controllo del territorio hanno riguardato il Comune di Thiene, interessando, in particolare, alcune aree urbane che le autorità locali e gli stessi cittadini hanno segnalato essere state teatro di episodi criminali, in particolari furti e fenomeni di degrado urbano.

Controllati l'ex hotel La Torre e l'ex discoteca Torrino

Sono stati ispezionati gli edifici abbandonati dell’ex hotel La Torre e l’ex discoteca Torrino, segnalati dalla cittadinanza quale luoghi di ritrovo di individui senza fissa dimora. Nel corso delle attività di ispezione sono state individuate evidenti tracce di bivacchi per soggetti senza fissa dimora e, probabilmente, anche per compiere attività illegali. I proprietari, ora, verranno sollecitati dal questore ad adottare tutti i necessari accorgimenti di difesa passiva al fine di evitare presenze illegali e pericolose per la cittadinanza.

Durante le attività operative sono stati effettuati anche con 3 posti di controllo lungo le arterie di comunicazione in ingresso ed in uscita dal Comune di Thiene, e controllati 4 Esercizi pubblici.  
Complessivamente - nel corso delle varie operazioni di Polizia effettuate con l’impiego di oltre 35 uomini e donne appartenenti alla Questura, ed alla Polizia Locale di Thiene, e con l’intervento del Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato – sono stati controllati 49 autoveicoli e 83 persone, di cui 19 stranieri e 16 con precedenti penali e/o di Polizia.
Al termine delle attività operative il Questore ha adottato i seguenti Provvedimenti: 1 foglio di via obbligatorio di un soggetto socialmente pericoloso e che, per di più, non ha alcun legame con il territorio del Comune di Thiene nel quale è stato rintracciato; per questo è stato diffidato a lasciarlo con obbligo di non farvi rientro per un periodo di tre anni; 3 ordini di allontanamento dal territorio nazionale nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari che, durante i controlli, sono risultato irregolari in Italia e con a proprio carico precedenti penali. Immediati sono stati gli accertamenti esperiti da parte dell’Ufficio Immigrazione, a seguito dei quali il questore ha emesso altrettanti decreti di allontanamento, ordinando agli stranieri di lasciare il territorio entro 7 giorni; in caso non ottemperassero, costoro verranno denunciati alla Procura della Repubblica ed accompagnati coattivamente verso il Paese di origine; 2 avvisi orali nei confronti di cittadini italiani e stranieri con precedenti penali per reati di varia natura contro il patrimonio, contro la persona ovvero per spaccio di sostanze stupefacenti, i quali, a causa dei precedenti a loro carico denotano una spiccata pericolosità sociale.