<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Asiago

Downhill, bob su rotaia e adrenalina. A Kaberland corre il divertimento

di Gerardo Rigoni
Grandi novità in vista dell’estate. Il maxi-investimento da 5 milioni di euro trasformerà la località in un parco aperto tutto l’anno

Un’estate di divertimento all’insegna delle attività outdoor. La società Kaberland con il suo inedito Outdoor Park è pronta a trasformare la località asiaghese da stazione sciistica a parco ludico-sportivo aperto tutto l’anno.
Già da quest’estate saranno praticabili due piste da downhill per le bici, un funbob (lo slittino su rotaia che tra curve e discese imita il bob invernale) e un parco avventura che si svilupperà dalla stazione d’arrivo della seggiovia quadriposto. A settembre poi sarà attiva una zipline che scende a tutta velocità lungo il tracciato della seggiovia.

Da realizzare anche una flyline e una academy

Dopo la pausa invernale, durante la quale la società realizzerà una torre di raffreddamento dal bacino idrico e in contemporanea il Comune provvederà al potenziamento e all’ampliamento dell’impianto di innevamento, riprenderanno i lavori dell’outdoor park con l’installazione di una flyline (una rotaia su cui si è sospesi e che scende tra alberi e prati), una terza pista di downhill (portandole a due rosse e una blu) e la realizzazione di un “academy” per imparare il downhill.

Un investimento privato di 5 milioni

«È un progetto articolato e complesso – spiega il presidente della società, Paolo Casellato – che vuole riportare il Kaberlaba ai fasti di un tempo, quando fu la prima stazione con l’impianto di innevamento. L’investimento privato iniziale è di circa 5 milioni di euro ma non intendiamo fermarci: proporremo qualcosa di nuovo ogni anno, con l’auspicio di attrarre altri soci e ampliarci sempre di più. Stiamo poi collaborando con il Comune per le piste ciclabili, la prima che andrà a collegarsi con quella in via di realizzazione che da centro paese scende verso il Kaberlaba e la seconda che collegherà tutte le attività della zona».

Lo scopo è attrarre anche senza la neve

Molte delle attività proposte da Kaberland non chiuderanno durante l’inverno, salvo le piste da downhill. Così, nel caso non ci fosse neve e le temperature non permettono di innevare, la località potrà ancora essere un punto d’attrazione. 
Attuando così quel rilancio partito tanti anni fa con il Comune e la società di gestione degli impianti di risalita con la costruzione della nuova seggiovia quadriposto (che d’estate sarà a servizio del outdoor park) e poi con l’acquisto dei nuovi canoni sparaneve.
Gli ideatori sottolineano infine la sostenibilità ecologica del progetto e giustificano l’ingente investimento per la seggiovia con il suo utilizzo tutte le stagioni, grazie al parco divertimenti, nell’ambito di una visione turistica che punta alle famiglie, progetto su cui da tempo Asiago e l’Altopiano lavorano.

Suggerimenti