Vicenza

Cerca di rubare un monopattino elettrico dal negozio: arrestato

Un cliente è intervenuto aiutando gli agenti ad arrestare il responsabile. Un complice è riuscito a fuggire

Ha cercato di rapinare un monopattino che si trovava all’interno di un negozio di elettronica in Viale Milano intorno alle ore 17 di ieri, 6 dicembre, ma la reazione di uno dei clienti presenti e l’arrivo delle Volanti della Questura hanno impedito all’uomo, K.I., 24enne cittadino ivoriano (sono state rese note solamente le iniziali) di portare a compimento la sua azione. L’uomo, che da alcuni minuti sostava davanti all’ingresso del negozio osservando chi si trovasse all’interno, è stato aiutato da un complice che, subito dopo la sua entrata, gli teneva la porta aperta per agevolarne la fuga.

Tutto inutile. La reazione immediata della titolare e di un cliente ha impedito al malfattore di portare via il costoso monopattino del valore 1.200 euro. Grazie alla presenza, in zona, di due equipaggi della polizia, il soggetto è stato ammanettato e accompagnato in questura.

Dalle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza del negozio è stato possibile ricostruire l’intera dinamica dei fatti.

La dinamica della rapina ricostruita grazie a un video

Il soggetto, dopo aver fatto ingresso nel negozio, si è avventato sul monopattino tentando di asportarlo: ne è scaturita una colluttazione con uno dei clienti che, intanto, aveva cercato di bloccare il soggetto. Poi, l’immediata richiesta al 113 inviata dal titolare alla Sala Operativa della questura di Vicenza, ha permesso agli agenti, che peraltro già perlustravano la zona particolarmente affollata, di raggiungere il luogo della segnalazione in pochissimo tempo, quando ancora era in corso la colluttazione.

Dopo aver interrogato i testimoni ed acquisito le immagini delle telecamere interne del negozio, gli agenti hanno condotto negli uffici di Viale Mazzini il responsabile, con a carico precedenti penali per reati della stessa specie. L'uomo è stato condotto in carcere.

Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati alla individuazione del complice.